Categorie
Edizioni locali

La rabbia del titolare del Pinchos dopo la spedizione punitiva: “Avevamo chiamato la polizia prima del caos ma non è intervenuta”


Primo giorno di ripartenza per il locale di via Settesoldi dopo l'aggressione subita sabato sera. Venti punti di sutura alla testa per uno degli aggrediti. L'assessore Squittieri ha portato la sua solidarietà ai titolari e al personale


Redazione


Trentasei ore dopo la spedizione punitiva di cui è stato oggetto per aver rifiutato la vendita di alcolici a dei malviventi, oggi, lunedì 3 agosto, Pinchos prova a ripartire. Lo fa cominciando dalle pulizie e dal sistemare il locale che è ancora sottosopra da sabato sera (LEGGI).
Ieri, infatti, la serranda è rimasta abbassata. "Avevamo bisogno di riprenderci da quanto accaduto. – spiega ai microfoni di Toscana Tv uno dei titolari, Leonardo Piccirillo – E poi non potevamo riaprire come se niente fosse successo. Dovevamo dare un segnale perchè non ci siamo sentiti tutelati. Le scene viste sabato sera hanno fatto male a noi, ma fanno male anche a tutta la città".

Scene che non sarà facile dimenticare. Piccirillo ci mostra la foto, che qui pubblichiamo, del bagno immerso nel sangue del ragazzo del servizio d'ordine aggredito a colpi di bottiglia e spray al peperoncino dai giovani nordafricani. Dopo 24 ore in ospedale, il 32enne è ora a casa con 20 punti di sutura sotto l'orecchio. Paura e rabbia si mescolano soprattutto nella convinzione che tutto si sarebbe potuto evitare se la prima richiesta di aiuto alla polizia fosse stata ascoltata, come racconta Piccirillo: "Una ventina di minuti prima dell'aggressione vera e propria abbiamo chiamato il 112 avvertendo che l'atmosfera era molto pesante e che era già stato fatto volare un portacenere di vetro preso dai tavoli della pizzeria verso il nostro locale. L'operatore della centrale ci ha risposto che la polizia non poteva intervenire finchè non succedeva qualcosa. E comunque ci hanno messo un bel po' ad arrivare anche dopo l'aggressione. Siamo stati lasciati soli a rischio della nostra vita e ora non è facile rimettersi in moto anche perchè abbiamo la certezza di esserci  comportati correttamente sia negando la somministrazione di alcol a certa gente che dotandoci di un servizio di sicurezza. Penso però che quanto accaduto debba far riflettere tutti, autorità, istituzioni e la nostra categoria. Dobbiamo lavorare tutti insieme affinchè non riaccada di nuovo".
L'unità di intenti è quanto propone anche l'assessore alle attività produttive Benedetta Squittieri che stamani, insieme alla collega alla sicurezza Flora Leoni e al delegato del sindaco per le politiche del centro, Giacomo Sbolgi (presente anche l'assessore all'Istruzione Ilaria Santi), hanno fatto visita ai titolari di Pinchos e al personale per manifestare la propria solidarietà. 
"Solo attraverso un'alleanza tra locali, amministrazione comunale, frequentatori del centro e soprattutto la Prefettura e le forze dell'ordine possiamo arginare queste cattive frequentazioni che già siamo riusciti a limitare riappropriandoci degli  spazi del centro che è sempre pieno. Questo è un problema di ordine pubblico e quegli avventori non c'entrano niente con la Movida. Lo voglio rimarcare: i primi a fare muro contro questo tipo di frequentazioni sono stati i locali".
Bocciata la richiesta dell'opposizione di istituire una pattuglia fissa della Municipale in via Settesoldi: "E' stata proprio la Municipale ad arrivare per prima sul posto. Quindi non è questo il punto e non è ciò che ci chiedono gli operatori. – chiosa Squittieri – A meno che l'argomento non sia strumentalizzato per una campagna elettorale priva di argomenti da parte di un'opposizione a caccia di voti. Sono attacchi che fanno male al centro storico e a chi ci sta credendo, non a questa amministrazione". 
Eleonora Barbieri
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia