Categorie
Edizioni locali

Insegue in strada la ex moglie e la colpisce con una spranga di ferro nonostante la presenza della figlia piccola


Il grave fatto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri al Poggetto, davanti a numerosi testimoni. I carabinieri hanno rintracciato l'uomo a Quarrata e lo hanno arrestato


Claudio Vannacci


Ha aggredito la ex moglie inseguendola in strada e l’ha colpita con una spranga di ferro. La donna, che si trovava con la figlia piccola ai giardini di Via Aiaccia al Poggetto (Poggio a Caiano), è stata raggiunta alle spalle dall’uomo, con il quale è in corso una pratica di separazione, che l’ha colpita ripetutamente alla nuca provocandole serie lesioni neurologiche. E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri, 5 giugno, a chiamare i soccorsi alcuni residenti della zona. I Carabinieri hanno arrestato l’uomo: si tratta di un un cittadino kosovaro di 35 anni, rintracciato e fermato a Quarrata dal personale della Stazione di Poggio a Caiano. Sull’uomo pesava già un divieto di avvicinamento alla vittima in seguito a precedenti violenze domestiche e, secondo le testimonianze, in passato aveva più volte cercato di raggiungere la donna inseguendola anche sul luogo di lavoro.
La donna, una 37enne di origini albanesi, è stata trovata a terra con una vistosa ferita alla testa con accanto la figlia piccola. Immediato l’intervento del 118 che ha trasportato in codice giallo in ospedale la donna che nei prossimi giorni dovrà subire un intervento. L’aggressore, fuggito subito dopo la violenza, è stato rintracciato dai carabinieri e in seguito alle informazioni hanno accertato si trattasse dell’ex compagno della vittima. I primi maltrattamenti sarebbero iniziati proprio a Quarrata, dove sono già in corso alcuni procedimenti penali per maltrattamento e violenza. La bambina, seguita anche dagli assistenti sociali, è stata affidata alle cure dei nonni materni mentre l’uomo si trova alla Dogaia in seguito ad un aggravamento della sua misura dopo l’ennesima violenta aggressione. Il sindaco di Poggio a Caiano, Riccardo Palandri, e la vice sindaco Diletta Bresci hanno voluto esprimere la propria vicinanza alla donna brutalmente aggredita, attraverso una nota: “Una furia cieca da parte dell’uomo che, nonostante la presenza della giovanissima figlia, non ha desistito dal suo folle gesto. Un ringraziamento, oltre che alle Forze dell’Ordine, va a quei cittadini che si sono immediatamente attivati per segnalare quanto di grave stava accadendo sotto i loro occhi. Un pensiero va, naturalmente, alla piccola che ha vissuto attimi di naturale terrore. Un fatto gravissimo che ripropone, purtroppo, il tema della violenza sulle donne; le Istituzioni si debbano impegnare sempre di più perché l’incolumità delle donne sia sempre garantita, mettendole al riparo. Come Amministrazione- continunano- assicuriamo, dunque, la massima e costante attenzione su una tematica così grave e purtroppo sempre più capillarmente presente in Italia.”

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia