Categorie
Edizioni locali

Incidente Sacro Cuore: fissati i funerali di Pompeo Giordano. Il gip: l’investitore resta in carcere


La salma esposta dalle 14 alle cappelle della Misericordia mentre domani si terrà il rito funebre nella chiesa di San Giovanni Bosco in via Liliana Rossi. Stamani l'interrogatorio di garanzia, accolta la linea dura della procura


Redazione


Si terranno domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Bosco, in via Liliana Rossi, i funerali di Pompeo Giordano, l'operaio 53enne ucciso da un pirata della strada martedì scorso all'incrocio tra via Serchio e via Sangro (LEGGI). Il magistrato ha liberato stamani la salma dell'uomo dopo l'esame esterno fatto dal medico legale. Sono i servizi funebri della Misericordia a organizzare i funerali e oggi, a partire dalle 14, è stata allestita la camera ardente nella cappella della Misericordia in via Convenevole. 
Intanto stamani, nel carcere della Dogaia, si è svolto l'interrogatorio di garanzia per il cinese di 37 anni che era alla guida dell'auto investitrice. L'uomo, che è difeso dall'avvocato Giuseppe Nicolosi, è accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso. Il gip Silvia Isodori, dopo quasi quattro ore di camera di consiglio, ha disposto la custodia cautelare in carcere per l'indagato, accogliendo la richiesta del pm Lorenzo Gestri. La procura si era espressa per la linea dura, sottolineando in particolare la condotta tenuta dall'uomo subito dopo l'incidente, quando è fuggito contromano per poi portare l'auto in una carrozzeria cinese di via Bonicoli.
L'avvocato Nicolosi aveva invece chiesto la revoca della misura, contestando sia la mancanza di rischio di pericolo di fuga sia di inquinamento delle prove.L'automobilista cinese, da parte sua, ha ammesso di essere fuggito perché in preda al panico. "Il mio assistito – spiega l'avvocato Nicolosi – ha detto di aver portato l'auto in carrozzeria per sostituire la ruota che gli impediva di guidare e non per coprire le prove. Ha avuto paura".
L'uomo di lavoro fa l'agricoltore e coltiva in proprio un terreno di Tavola che ha preso in affitto. Ha una moglie e due figlie in tenera età che frequentano la scuola. La famiglia in questo periodo è ospite da un cognato, mentre lui ha dichiarato di dormire nell'auto all'interno del terreno per fare la guardia dopo aver subito una serie di furti di attrezzi agricoli.
Proprio il fatto di non avere una residenza certa – quella che risulta dai documenti è stato accertato essere fittizia – rendeva problematica l'opzione degli arresti domiciliari. Nell'ordinanza del gip viene comunque escluso il rischio di inquinamento probatorio. L'avvocato Nicolosi ha già annunciato che presenterà una nuova istanza di scarcerazione anche puntando sul fatto che le figlie dell'indagato frequentano la scuola a Prato e risultano bene inserite.

Il terribile incidente costato la vita a Pompeo Giordano ha suscitato molta commozione in città. Da più parti è stato chiesto anche di indire il lutto cittadino (LEGGI). L'uomo era molto conosciuto anche per il suo impegno come dirigente sportivo e in queste ore in tanti hanno fatto sentire la loro vicinanza alla famiglia (LEGGI). 

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia