Categorie
Edizioni locali

Incendio in un appartamento in via Andrea da Quarata: morto un anziano. Numerosi gli intossicati


La vittima è un sessantanovenne. Sul posto hanno operato in forze vigili del fuoco, 118 e carabinieri. Evacuato il palazzo. L’allarme è scattato poco prima delle 22


Redazione


Tragedia questa sera, 10 marzo, a Iolo per un incendio in un appartamento al primo piano di una palazzina popolare in via da Quarata, a Iolo. Un uomo di 69 anni, Antonio Cecchi, è morto intossicato nell’alloggio da cui sono partite le fiamme. Sembra dormisse in una cucina soggiorno. Essendo disabile non è riuscito ad alzarsi da letto e a scappare come invece hanno fatto il fratello e la cognata. Il fumo ha invaso rapidamente l'intero edificio, abitato da molte famiglie con bambini. Alcuni dei residenti sono riusciti ad uscire da soli, altri sono stati evacuati dai soccorritori.

Undici gli intossicati su un totale di 25 persone evacuate che si trovavano dentro i 20 appartamenti dello stabile. Numerose le ambulanze intervenute  oltre ai vigili del fuoco con tre mezzi di cui un’autoscala. Presenti anche i carabinieri. E' arrivata una tenda con l'unità logistica maxiemergenze dell'Asl, poi non utilizzata. Trovato morto anche un cane al quarto piano probabilmente per intossicazione.
Alla base dell’incendio ci sarebbe un corto circuito. Le fiamme sarebbero partite da una camera. Il magistrato, Carolina Dini, giunta sul posto, ha autorizzato la rimozione del cadavere. L’appartamento è sotto sequestro.

In via Andrea da Quarata è arrivato il sindaco Matteo Biffoni e gli altri membri della giunta. Il Comune si è attivato per trovare un posto dove dormire agli sfollati. Tutti gli appartamenti infatti sono stati dichiarati inagibili. Chi non ha trovato posto da parenti e amici è stato sistemato nel vicino centro Vab.
«Una tragedia che ci ha colpito e addolorato molto in un momento già così difficile – dichiara il sindaco Matteo Biffoni – Attraverso l'intervento della Protezione civile, che era prontamente presente e ha messo a disposizione le proprie risorse, siamo vicini alla famiglia dell'uomo purtroppo deceduto e alle famiglie che al momento sono fuori casa».
Buona parte degli appartamenti tornerà agibile solo nei prossimi giorni dopo un'attenta sanificazione e la tinteggiatura delle pareti. Per le prossime notti qualche famiglia dormirà in albergo, altre sono già da parenti e amici e, nel caso, in strutture specifiche.
Sfiancante il lavoro dei sanitari del pronto soccorso di Prato che oltre all’emergenza Coronavirus stanno gestendo questi soccorsi che hanno richiesto l’intervento di ambulanze anche da fuori provincia. In tarda nottata tutti gli intossicati sono stati dimessi.

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia