Categorie
Edizioni locali

Il presidente della Bcc Area Pratese uccide la moglie e il figlio e si toglie la vita


La tragedia è avvenuta nella villetta della famiglia a Sant'Angelo a Lecore, al confine con Poggio a Caiano. I tre cadaveri trovati all'interno. L'avvocato aveva vicino il fucile da caccia dal quale sono partiti i colpi. La banca è al centro di un'inchiesta della Guardia di Finanza di Roma


Redazione


L'avvocato Lamberto Albuzzani, presidente del Credito Cooperativo Area Pratese, ha ucciso la moglie Angela, 65 anni, e il figlio 22enne e poi si è tolto la vita. Il terribile fatto di cronaca, che al momento non sembra avere altre spiegazioni se non l'omicidio-suicidio, è stato scoperto nel tardo pomeriggio di oggi a Sant'Angelo a Lecore, nel comune di Campi Bisenzio al confine con Prato e Poggio a Caiano. L'avvocato, per portare a termine il suo intento, ha usato un fucile da caccia, regolarmente detenuto. L'arma è stata trovata accanto all'uomo. Sul posto, i carabinieri della Compagnia di Signa, che al momento lavorano su questa terribile ipotesi: di una strage maturata cioè all'interno del nucleo familiare, anche se per ora non sarebbe stato trovato nessun movente in grado di spiegarla. Anche i vicini di casa e chi conosceva gli Albuzzani non sanno spiegarsi la tragedia. "Era una famiglia per bene – è la frase ripetuta da tutti come un mantra -. La famiglia migliore che c'era qui a Sant'Angelo".
La famiglia abitava in una villetta di due piani. Il corpo dell'avvocato, che aveva 67 anni, e della moglie sarebbero stati trovati vicino all'ingresso, con la signora Angela ai piedi delle scale, mentre quello del figlio era sulle scale che portano al secondo piano. Secondo una prima ricostruzione, Albuzzani avrebbe prima premuto il grilletto contro la moglie, poi sparato al figlio che al rumore del primo colpo era sceso dal piano superiore. A quel punto avrebbe rivolto contro di sé l'arma. A dare l'allarme sono stati i vicini, che hanno udito i colpi di arma da fuoco. Immediatamente sul posto sono arrivate le pattuglie dei carabinieri, che hanno fatto la tragica scoperta. Quando sono arrivati i soccorritori del 118, per nessuna delle tre vittime c'era più niente da fare.
La banca che era presieduta da Albuzzani, è al centro di un'inchiesta della Guardia di Finanza di Roma per ostacolo alla vigilanza, utilizzo di falsi strumenti finanziari e falsi in bilancio. L'inchiesta è condotta dal Procura della Repubblica di Prato. Albuzzani non era l'unico indagato e la sua posizione viene definita "marginale" dalla procura pratese. Resta il fatto che, secondo conoscenti e amici di famiglia, questa vicenda aveva amareggiato molto l'avvocato. Anche se nessuno poteva immaginare un epilogo come questo.
A quanto pare non sembrano essere emersi nemmeno problemi alll'interno della famiglia. Il figlio Marco aveva da poco concluso gli studi ottenendo la laurea triennale in economia.Da tutti era definito un ragazzo  modello, impegnato negli studi e con una grande passione per il calcio e per la Fiorentina.
Claudio Vannacci
Eleonora Barbieri
Edizioni locali: Comuni Medicei | Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia