Categorie
Edizioni locali

Fucile dentro un materasso e pistola con silenziatore in cucina, la polizia arresta due persone


Si tratta di due operazioni distinte messe a segno il 30 e 31 ottobre. Il fucile era nascosto nella soffitta di un affittacamere cinese. La pistola nelle prese d'aria della cucina in un appartamento di un noto pregiudicato, arrestato assieme a un connazionale


Redazione


Due pericolose armi, una pistola e un fucile da caccia grossa, sono state scoperte e sequestrate dalla squadra mobile di Prato in due distinte operazioni avvenute il 30 e il 31 ottobre. Per la detenzione della pistola, che era dotata di silenziatore e munizioni, sono finiti in carcere due noti pregiudicati albanesi, membri della banda che nel 2014 e nel 2015 ha messo a segno una serie di rapine alle sale vlt e alle bische clandestine della zona. Si tratta di Marin Gurakuqi, 30 anni, arrestato in flagranza di reato la notte del 12 gennaio del 2015 dopo una rapina a una bisca che aveva fruttato 9mila euro (LEGGI), uscito dal carcere pochi giorni fa e posto all'obbligo di dimora con divieto di uscita nelle ore serali. L'altro connazionale è Rudy Paolin di 22 anni, ritenuto membro dellastessa banda con il compito di rubare le auto da usare nelle rapine, ma sfuggito all'arresto solo perchè una settimana prima fu rimpatriato in Albania in quanto clandestino. 
Lo scorso 31 ottobre gli uomini della Mobile, guidati da Francesco Nannucci, hanno notato i due di nuovo insieme. Evidentemente Paolin era rientrato in Italia (ha un permesso tedesco sulla cui autenticità sono in corso accertamenti). Da qui la decisione di perquisire l'abitazione di Marin, in via Vallecorsi. Nascosta dentro la presa d'aria della cucina è stata trovata una scatola con all'interno la pistola con silenziatore e munizione. L'arma è sconosciuta in Italia, provenie dalla Repubblica Ceca ed è entrata illecitamente in Italia.
Per entrambi l'accusa è detenzione di arma clandestina alterata. In corso accertamenti balistici per capire se l'arma sia stata utilizzata.
Il fucile invece è stato trovato il giorno precedente dentro un materasso in una stanza chiusa a chiave nel sottotetto di un affittacamere abusivo cinese in via Lazzerini. E' un Benelli calibro 300 magnum con matricola abrasa, prodotto in Italia ma venduto in Spagna per la caccia di animali di grossa taglia. Nella custodia portafucile sono stati trovati 27 proiettili e 50 grammi di ketamina. Il blitz della squadra mobile è scattato su segnalazione. Nel frattempo però il terratetto ha cambiato "gestione" e i nuovi "titolari" stavano procedendo alla sistemazione delle camere. Al momento del controllo non c'era nessuno e la soffitta era chiusa con un lucchetto. Probabilmente appartiene a qualche conduttore precedente. La denuncia, quindi è contro ignoti. 
Il dirente della squadra mobile sottolinea l'importanza di aver tolto dalla circolazione due pericolosissime armi: "Visti i precedenti dei due albanesi e la presenza del silenziatore è facile ipotizzare come sarebbe stata utilizzata quella pistola. Inoltre già in passato in città ci sono stati episodi di rapine da parte di cinesi armati di fucili del genere. Con questi sequestri abbiamo effettuato un'azione preventiva". 
E.B.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia