Categorie
Edizioni locali

Bimbo punto da una siringa accanto alla scuola d’infanzia


E' successo ieri. Il bambino e' stato portato all'ospedale e sottoposto a profilassi insieme ad altri due bimbi che giocavano con lui ma che non si sarebbero punti. Esplode su Facebook la rabbia dei genitori. Da lunedì verifica delle recinzioni in tutte le scuole


Redazione


Brutto episodio ieri, venerdì 20 febbraio, alla scuola materna di via Caduti di Cefalonia a Maliseti. Un bimbo si è ferito a un ginocchio con una siringa. La notizia si è diffusa a macchia d'olio su Facebook provocando la rabbia di genitori e conoscenti (LEGGI). La siringa, probabilmente, e' stata usata da qualche tossicodipendente e gettata dove capitava. Il piccolo e i due amichetti stavano giocando vicino alla recinzione quando hanno visto la siringa e tre aghi tappati dal cappuccio. Li hanno avvicinati con un bastone. Sembra che abbiano iniziato a giocarci e che uno dei tre si sia punto. Non è chiaro se la siringa avesse l'ago scoperto o se sia stato il bimbo a togliere il cappuccio. Il bimbo è stato portato in ospedale per controlli insieme ad altri due bambini che però non si sarebbero feriti. Tutti e tre sono stati sottoposti a profilassi per evitare infezioni. Asm ha effettuato una pulizia straordinaria nei giardini accanto alla scuola sia ieri pomeriggio che stamani. Inoltre e' stata tagliata l'erba mentre la recinzione della scuola e' stata rafforzata. 

Ieri, non appena ha saputo del fatto, il sindaco Biffoni ha chiamato i genitori del bimbo. Stamani ha fatto altrettanto l'assessore all'istruzione Maria Grazia Ciambellotti che si trova a Roma per il progetto ministeriale 'La buona scuola'. Considerata la gravità del fatto l'assessore ha chiesto che oltre alla verifica delle recinzioni degli istituti scolastici più a rischio come il Campino e Sant'Orsola dove sono già sistemate reti a maglie più fitte, si aggiunga la possibilità di realizzare una sorta di fascia di garanzia tra gli spazi pubblici e i giardini delle scuole: 'non possiamo permetterci che riaccada una cosa del genere. Abbiamo già iniziato a controllare tutte le recinzioni partendo dalla scuola del Campino ma da lunedì verificheremo tutte le scuole. Abbiamo già ricevuto la relazione delle maestre della scuola di Maliseti che ascolteremo lunedì in assessorato. Dobbiamo verificare che il controllo sia stato puntuale e assiduo. E' vero che le maestre sono intervenute subito ma è importante verificare tutto". Il sindaco Matteo Biffoni parte dall'episodio di Maliseti per segnalare un'emergenza droga che necessita di un intervento massiccio per essere attenuata e risolta: "i dati sulla droga a Prato sono allarmanti e l'episodio accaduto ieri alla scuola materna di Maliseti lo conferma. Sulla droga vogliamo tolleranza zero. Lo pretendiamo perché qualsiasi provvedimento mettiamo in campo per riqualificare la città, ripulire strade e aree verdi, mettere in sicurezza giardini e scuole non è da solo sufficiente.
Lavoriamo in collaborazione con tutti, Prefettura e Questura in particolare, consapevoli di averli a fianco in questa battaglia e conoscendo la loro sensibilità su tema. È già stato fatto un lavoro da parte di tutti, ma dobbiamo accelerare ulteriormente per risolvere in tempi brevi un problema così grande. Non solo: è fondamentale un rafforzamento delle attività del Sert, con un incremento delle risorse destinate a Prato per presidiare il territorio. So bene che spaccio e consumo di droga interessano Prato da anni e che non basterà un giorno per riportare la situazione alla normalità. Ma non possiamo aspettare».
Da una verifica effettuata in queste ore sembra che l'area verde dove si trovava la siringa non sia mai stata oggetto di esposti: "Ho verificato anche con le forze dell'ordine – spiega il sindaco – al momento risulta solo una segnalazione di qualche anno fa per delle gare con i motorini da parte di alcuni ragazzi. Per il resto niente". L'area verde in effetti non è proprio il luogo ideale per bucarsi poichè è a ridosso di case e palazzi. Probabile che chi ha usato la siringa l'abbia gettata da un'auto o mentre passava a piedi.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia