Categorie
Edizioni locali

Rifiuti abbandonati sotto la lente d’ingrandimento degli ispettori ambientali di Alia, nel 2023 quasi 60mila euro di sanzioni


Nei comuni di Montemurlo, Poggio a Caiano e Prato l’andamento delle attività degli ispettori ha fatto registrare una diminuzione dei rifiuti abbandonati del 30% nel 2023 rispetto all’anno precedente.


Eleonora Barbieri


Ancora più controlli effettuati sul territorio della Toscana centrale, oltre 200 sanzioni elevate ogni mese e una complessiva crescita della collaborazione prestata dai cittadini nella tutela dell’ambiente e nella lotta agli abbandoni dei rifiuti. Questo, in estrema sintesi, il bilancio delle attività messe in campo nel 2023 dagli ispettori ambientali di Alia Multiutility, una squadra di 36 persone che hanno fra i propri compiti principali quello di verificare la correttezza dei conferimenti ed il rispetto degli orari di esposizione dei rifiuti raccolti ‘porta a porta’, ma anche ispezionare sacchi e materiali abbandonati così da rintracciare i responsabili e procedere a multarli, oltre a segnalare alla polizia giudiziaria abbandoni di rifiuti speciali compiuti dalle attività produttive, veri e propri reati che hanno risvolti penali. Gli ispettori svolgono, inoltre, controlli e verifiche a seguito di segnalazioni pervenute dalle amministrazioni comunali. Durante lo scorso anno, nei 25 Comuni dell’Ato Toscana Centro in cui sono attivi, gli ispettori ambientali hanno effettuato 62.789 controlli, ispezionato 71.446 rifiuti, elevato 2.554 sanzioni per un controvalore di oltre 357.000 euro ed effettuato 154 segnalazioni alla Polizia municipale. A fronte di un incremento del numero dei controlli di circa il 30% e di un quantitativo quasi raddoppiato di rifiuti ispezionati (da 47.000 a oltre 71.000), le sanzioni sono rimaste pressoché invariate (-0,39% rispetto al 2022). Dati che testimoniano come l’attività di questo fondamentale presidio del territorio stia producendo risultati sempre più incoraggianti e che confermano la crescita dell’impegno e del senso di responsabilità dei cittadini, visto che nel 2022 veniva elevata una sanzione ogni 19 controlli, mentre nel 2023 sono stati in media 25 i controlli necessari per riscontrare un’irregolarità. Allo stesso tempo sono diminuite dell’8% le segnalazioni (154) inviate alla Polizia municipale per reati penali commessi in materia ambientale.

Nella provincia di Prato, dove più importante è stato l’impiego degli ispettori nel momento dell’emergenza alluvione, i controlli effettuati sono stati 17.728 con l’ispezione di 22.254 rifiuti, 532 sanzioni elevate, per un valore economico di 59.899 euro, e 36 segnalazioni alla Polizia Municipale. Nei comuni di Montemurlo, Poggio a Caiano e Prato l’andamento delle attività degli ispettori ha fatto registrare una diminuzione dei rifiuti abbandonati (-30% nel 2023 rispetto all’anno precedente) e ha contribuito a migliorare il decoro cittadino combattendo fenomeni di degrado del territorio. In crescita i rifiuti controllati e le segnalazioni inviate dagli Ispettori nel Circuito Co.Es.Se, (Coordinamento Esposti e Segnalazioni), nell’ambito del quale gli ispettori di Alia collaborano con la Polizia Municipale e Provinciale; solo nel 2023, all’interno di questo progetto, sono stati effettuati 35 interventi e segnalazioni alla Polizia municipale, per abbandono di rifiuti speciali di cui il 90% di lavorazione tessile, mentre nell’anno precedente gli interventi erano stati 20. Al Macrolotto Zero gli ispettori sono attivi con doppio turno, sia al mattino che al pomeriggio, tutti i giorni dal lunedì al sabato, nel monitoraggio di punti particolarmente sensibili per l’abbandono di rifiuti, ma anche nelle verifiche mirate e periodiche, programmate in sinergia col servizio di raccolta dei conferimenti del residuo non riciclabile delle attività produttive presenti nell’area. In questo contesto, nel solo 2023, gli ispettori ambientali hanno elevato 183 sanzioni, per un valore economico di 19.350 euro, con 7.185 interventi e controlli che hanno portato a ispezionare 7.488 tra sacchi e bidoncini. L’attività ha portato anche al posizionamento di telecamere e all’utilizzo di auto civetta a sorveglianza di punti soggetti a frequenti abbandoni.

‘La continuità e la capillarità dei controlli dei nostri ispettori ambientali contribuisce senza dubbio a migliorare il sistema di raccolta dei rifiuti, veicolando sempre di più la cultura della legalità e stimolando il senso di responsabilità dei cittadini, ormai pienamente consapevoli sia dell’importanza di adottare corrette pratiche di smaltimento, sia della convenienza nel rispettarle’, commenta Lorenzo Perra, presidente di Alia Multiutility. ‘L’incremento del numero dei controlli rappresenta un valore aggiunto per Alia, che vede crescere i rifiuti raccolti correttamente in maniera differenziata ed è chiamata a minori interventi per abbandoni e pulizie straordinarie. Di tutto questo beneficiano naturalmente le amministrazioni comunali, che riescono a garantire un maggior decoro nelle piazze e nei giardini dei nostri territori, e anche gli stessi cittadini, che hanno la possibilità di interagire direttamente con Alia, fare domande, ricevere informazioni ed effettuare segnalazioni’.

Edizioni locali: Comuni Medicei | Montemurlo | Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia