Categorie
Edizioni locali

Misericordia, approvato all’unanimità il bilancio sociale. Nel 2023 oltre 160mila servizi svolti grazie al contributo di 2mila volontari


Il proposto Gianluca Mannelli ha fatto il punto sulle attività svolte dall'Arciconfraternita, che oltre alla sede centrale raccoglie ventisei sezioni sul territorio pratese e fiorentino


Samuela Pagliara


Oltre 160mila servizi grazie all’impegno di 2 mila confratelli e consorelle, è il bilancio sociale delle attività svolte nel 2023 dalla Misericordia di Prato, approvato all’unanimità lunedì 12 giugno. L’anno passato si è chiuso con un utile di 42mila euro, al netto di oltre 220mila euro di imposte versate e il totale dei ricavi è stato di circa undici milioni di euro. Un bilancio che tiene conto delle numerose attività svolte durante l’alluvione, dove ad indossare la divisa giallo ciano sono stati 110 volontari impegnati in città con trenta automezzi. La votazione si è volta nell’auditorium della sede operativa di via Galcianese, dove gli iscritti sono stati convocati nell’assemblea annuale. Il proposto Gianluca Mannelli ha fatto il punto sulle attività svolte dall’Arciconfraternita, che oltre alla sede centrale raccoglie ventisei sezioni sul territorio pratese e fiorentino. «Il bilancio certifica una Misericordia di Prato viva e vitale, che saputo cogliere le situazioni di disagio e si è impegnata per dare risposte adeguate alla popolazione – afferma Mannelli –, come evidenziamo ogni anno, la nostra attività non deve essere misurata in termini economici, il profitto non è il nostro fine, certo dobbiamo essere amministratori attenti per salvaguardare l’integrità del patrimonio e per liberare risorse da reinvestire nelle nostre attività». Durante la gestione della disastrosa alluvione del 2 novembre, la Misericordia di Prato ha svolto 160mila servizi di trasporto socio-sanitario e di emergenza 118, quest’ultimo servizio con l’utilizzo di ambulanze con a bordo soccorritori ma anche personale sanitario, garantendo sul territorio una copertura 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana grazie alle convenzioni Asl (sono undici solo nella sede centrale e quarantadue in uso nelle sezioni, più 110 mezzi complessivi per il trasporto sociale). Il personale dipendente è stato affiancato, in ogni turno da 3/4 volontari. C’è poi il servizio civile, che ha raccolto la partecipazione di 130 giovani alla prima esperienza. Tra le iniziative: il centro di ascolto prevenzione all’usura, il consultorio familiare, il gruppo donatori di sangue Fratres e la gestione del telefono amico Italia per aiutare le donne in difficoltà. Per quanto riguarda la protezione civile, il lavoro svolto prima in Emilia Romagna, con quindici volontari e cinque mezzi, e poi nell’emergenza alluvione nella provincia pratese con centodieci persone in aiuto di chi era in difficoltà. Le sedi, durante i momenti più critici, sono rimaste aperte ospitando al loro interno gli sfollati, la raccolta viveri e indumenti, la distribuzione di pasti. L’impegno dell’arciconfraternita si declina anche nelle strutture sanitarie partecipate, protagoniste sul territorio offrendo centri medici e presidi diagnostici come il centro odontoiatrico (dove si eseguono prestazioni per persone bisognose in accordo con la Diocesi), Vaiano, gli ambulatori al Parco Prato e l’Istituto Diagnostico Santo Stefano di Prato che chiude l’anno con oltre 55 prestazioni erogate. Lo scorso 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, il proposto Gianluca Mannelli è stato insignito dell’onorificenza al merito della Repubblica, per il suo impegno personale all’interno dell’Arciconfratenita e per come ha saputo guidare l’istituzione, lavorando in sinergia con gli altri enti del territorio, durante i difficili periodi della pandemia e dell’alluvione. «È un riconoscimento che voglio condividere con tutti i confratelli e le consorelle di questa importante e gloriosa Misericordia», conclude Gianluca Mannelli.

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia