Categorie
Edizioni locali

Mille Miglia, nel ricordo di Mario Milanesi che la corse per ben tre volte. Il figlio: “Una grande emozione e un tuffo nel passato”


Il pilota pratese partecipò alle edizioni competitive del 1955, 1956 e 1957. L'ultimo anno con una Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce. Il modellino con le foto esposto alla libreria Gori in via Ricasoli


Alessandra Agrati


Fervono i preparativi per la tappa pratese della Mille Miglia che arriverà in città venerdì. Un evento atteso da tanti appassionati e non solo attratti dalla bellezza delle macchine e dal fascino di un’epoca lontana. Ma per Marco Milanesi il passaggio della corsa in città rappresenta un viaggio a ritroso nel tempo a ricordo del padre Mario che, per ben tre volte, ha partecipato alla corsa più bella del mondo. Si deve tornare negli anni Cinquanta, esattamente nel 1955, quando il 35enne per la prima volta affronta la corsa come pilota privato a bordo della sua Fiat 1100/103 insieme all’amico Amos Cecchi. “Di quella gara – ricorda Marco – mi è stato raccontato del duello che innescarono con Olinto Morolli, un pilota professionista. Alla competizione mise fine un guasto al motore che iniziò a perdere olio. Arrivarono lo stesso a Brescia ma molto distaccati dal pilota riminese , a distanza di decenni, i due non avevano ancora digerito la sconfitta”. L’anno successivo partecipò da solo con una Alfa Romeo Giulietta Sprint Normale, ma questa volta si era annotato tutto il percorso con le criticità: “A distanza di anni ho trovato il diario di bordo con tutte le annotazioni “

Il 1957 fu l’ultimo anno in cui Milanesi partecipò alla gara, l’anno successivo si sposò e la moglie gli chiese di non correre più. E così fece. “Quell’anno corse da solo con una macchina molto performante – ricorda il figlio – si trattava di una Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce alleggerita sulla carrozzeria con un motore molto potente. Aveva memorizzato gli appunti dell’anno prima, ma purtroppo la memoria lo tradì in un punto critico: a Pescara non si ricordò di una curva in uscita e finì in un campo”. La macchina riparata venne venduta l’anno successivo a Bruno Zavagli che partecipò al rally di Montecarlo nel 1958.

A Mario, quando gli organizzatori decisero di rilanciare la Mille Miglia in versione non competitiva ma rievocativa, venne data la possibilità di partecipare, ma rifiutò. “A lui piaceva la velocità e la competizione – ricorda Marco – due ingredienti non previsti nella nuova versione”. E proprio per far provare l’ebbrezza del chilometro lanciato qualche tempo dopo, insieme al figlio, percorse uno dei tratti più belli del percorso: quello che va verso la Futa. “Ebbi veramente paura, anche perchè non erano previsti nessuno dei dispositivi di protezione a cui siamo abituati”. Addirittura al tempo i piloti correvano in giacca e cravatta con un piccolo casco che veniva sostituito, durante le pause, con un basco alla francese. Ovviamente non potevano mancare i guanti traforati, mentre le scarpe erano rigorosamente con i lacci, assolutamente vietati i mocassini. “Tutti imitavano Giannino Marzotto – spiega Milanesi- un famoso pilota che partecipò addirittura in doppio petto”.

Un modellino della Alfa Romeo Giulietta Sprint insieme ad alcune foto storiche, in questi giorni è esposto nella vetrina della Libreria Gori in via Ricasoli una delle strade toccate dal percorso entro le mura. “E’ un modo anche un po’ sentimentale , se volete, per salutare una corsa che per me ha un grande valore affettivo. E’ come se anche il babbo tornasse in qualche modo a correre”. Chi non correrà invece è proprio lo stesso Marco: “Qualche anno fa avevo pensato di iscrivermi insieme a mia figlia , sono andato parecchie volte a Brescia a vedere l’arrivo e la partenza, ma poi ho rinunciato. Per ora mi godo lo spettacolo, da spettatore appunto!” .

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia