Categorie
Edizioni locali

Frane sr325, dal 25 marzo senso unico alternato a Camino. Una galleria artificiale per proteggere la strada


Il governatore Giani oggi ha incontrato i sindaci e il presidente della Provincia: pronta una variazione di bilancio per trovare 6-7 milioni da investire sulla strada


Alessandra Agrati
loading...


Da venerdì 15 marzo sulla Sr 325 all’altezza di Le Coste saranno aperte due finestre temporali per il passaggio dei camion che trasportano merci di prima necessità. Le fasce orarie vanno dalle 7 alle 8.15 e dalle 17 alle 18.15. Da lunedì 25 marzo, invece, potranno passare anche le macchine, sempre con senso unico alternato, ma regolato da un semaforo.
Terminata la fase di somma urgenza, si passa alla successiva per ripristinare la viabilità a doppio senso. Si tratta di un intervento da 7 milioni di euro con tempi di realizzazione di tre mesi. Le risorse, tramite una variazione di bilancio, saranno garantite dalla Regione. Lo ha annunciato il presidente Eugenio Giani che oggi si è incontrato con i sindaci Guglielmo Bongiorno di Cantagallo, Primo Bosi di Vaiano, Giovanni Morganti di Vernio e il presidente della Provincia Simone Calamai.  Il cantiere – la proposta è dell’assessore regionale Stefano Ciuffo presente all’incontro – prevede la realizzazione di una galleria artificiale a mezza costa. Quando la regionale sarà nuovamente accessibile si passerà all’ultima fase che prevede uno studio di fattibilità per la realizzazione di una viabilità alternativa che si fonda su tre ipotesi: una galleria verso Montemurlo, oppure una verso Prato nord  e infine uno sbocco sulla A1 all’altezza di Barberino. “Serve però – ha spiegato Giani – uno studio di fattibilità serio, a quel punto se lo Stato ci sarà chiederemo allora di dividere al 50% le spese di realizzazione dell’opera”. (In settimana  dovrebbe essere convocato a Roma il tavolo con il sottosegretario alle infrastrutture Galeazzo Bignami ). Tempi comunque lunghi, nel frattempo il presidente della Regione rilancia il progetto di integrazione ferro gomma con un passaggio ogni 30 minuti di treni lungo la direttissima.
“Rimodulando il servizio dei bus – ha spiegato Giani- insieme ad At potremo potenziare il servizio verso le stazioni ferroviarie, progetto che si sta sperimentando con successo in questi giorni”.

Intanto le vetture stimate ogni giorno lungo la viabilità alternativa in salita da Faltugnano e in discesa dalle “svolte” di Figline, si aggirano intorno alle 6mila unità. Da oggi verrà posizionato un conta macchine anche all’inizio della salita in via di Cantagallo dove i lavori di rinforzo della strada si sono conclusi. Una novità che riguarda il borgo pratese è la possibilità, a partire dal fine settimana, di ripristinare la linea del bus che attraversa il centro abitato. “Stiamo studiando varie ipotesi. – ha spiegato l’assessore alla mobilità Flora Leoni- la più realizzabile è quella di scortare i bus fino a via di Cantagallo dove potranno girare come hanno sempre fatto. Questa operazione richiede l’intervento della Municipale per fermare il traffico in discesa”.

aa
Edizioni locali: Val di Bisenzio

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia