Categorie
Edizioni locali

Festa della Repubblica, nel segno degli studenti che interpretano la Costituzione


Tra loro Sofia che ha detto: "Sono cinese e senza l'articolo 3 non potrei fare tante cose". Consegnate anche cinque Onorifcenze al Merito. Gran finale con i vigili del fuoco che srotolano il tricolore dal Castello


Alessandra Agrati


Applausi per Sofia, la piccola alunna della Vb della scuola primaria Dalla Chiesa che, nel giorno del 78esimo anniversario della nascita della Repubblica Italia, ha scelto di commentare l’articolo 3 della costituzione “Io sono cinese – ha detto – e senza questo articolo non potrei fare tante cose come andare a scuola e giocare con gli amici. Io sono nata a Prato , ma la mia mamma no. E’ venuta a Prato perchè in Cina non si sentiva a suo agio e voleva andare in un paese dove si sentisse a suo agio. Grazie alle leggi dello stato Italiano ha trovato un lavoro e amici. Quindi invito tutti a difendere la Repubblica”.
Anche il suo compagno di scuola, Andrea, ha scelto lo stesso articolo “Molti nostri compagni sono stranieri e una non vedente viene dall’Africa e qui può frequentare la scuola come tutti” Invece Giorgia della 3aGr dell’istituto Marconi ha scelto il 139esimo “La Repubblica non è stata un’evoluzione dovuta e scontata nella storia d’Italia, ma una conquista voluta e sofferta. Dovremmo ricordarlo quando vediamo il tricolore, il cui rosso scarlatto, acceso e brillante, della nostra bandiera ci rammenta quotidianamente la passione e il sangue del sacrificio dei martiri e degli eroi che hanno reso possibile ciò di cui beneficiamo e che non dobbiamo dare per scontato. Ecco, questo vi volevamo dire io e i miei compagni: il 139° articolo della Costituzione è un sigillo prezioso, coronamento perfetto del dovere di fedeltà alla nostra Repubblica!”


Testimonianze volute da Michela La Iacona che nel suo primo discorso in veste di prefetto di Prato ha infatti ricordato “Come sia assolutamente indispensabile impegnarci a trasmettere con entusiasmo alle nuove generazioni il prezioso patrimonio che abbiamo acquisito senza stancarci mai perché i ragazzi sono i migliori alleati per custodirlo e per confidare in un futuro migliore. La Festa della Repubblica non è solo un momento di celebrazione, ma anche di profonda riflessione sul cammino che abbiamo percorso e su cosa ancora possiamo e dobbiamo fare.

Il prefetto ha anche evidenziato che “Dobbiamo ricordarci di dare un senso ad alcune parole semplici che spesso dimentichiamo e che, invece, meritano di essere costantemente declinate; una di queste è la parola responsabilità, responsabilità nel nostro agire. Essere responsabili significa essere agenti attivi, fare cioè ognuno la propria parte al meglio delle proprie possibilità, promuovendo il rispetto delle regole, il valore della legalità e la lotta contro ogni forma di corruzione, che è il primo nemico della libertà di ciascuno”.

Come da consuetudine il 2 giugno sono state conferite le onorificenze di Cavaliere della Repubblica cinque i premiati: Vincenzo Arancio, attuale vice prefetto vicario della prefettura, Renato Cecchi, titolare della Rifinizione Santo Stefano, Americo Giuseppucci, ex dipendente della Cassa di Risparmio di Prato, autore di diversi saggi sulla nascita della provincia pratese, Gianluca Mannelli proposto della Misericordia di Prato e Stefano Boni, dipendente civile, attualmente in servizio presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche di Firenze.

A chiudere la cerimonia, erano presenti gli onorevoli Chiara La Porta, Erica Mazzetti, la consigliera regionale Ilaria Bugetti, la giunta di Prato con il sindaco Biffoni, il presidente della Provincia Simone Calamai e i sindaci dei sei comuni, il gruppo speleo alpino fluviale dei vigili del fuoco che ha srotolato il tricolore calandosi dalla parete del Castello dell’Imperatore.


La mattina si è conclusa con la benedizione del vicario generale Don Daniele Scaccini dei mezzi delle forze dell’ordine e delle associazioni di volontariato in piazza Duomo dove dalla mattina erano stati allestiti gli stand . In piazza anche i cani della Municipale che si sono “esibiti” in una simulazione di attacco e nella ricerca di droga

“Oggi è un giorno centrale per la vita e per la storia della nostra Repubblica – ha commentato l’onorevole di Fi Erica Mazzetti ed è fondamentale celebrare proprio oggi coloro che, ogni giorno, si spendono per il territorio e per le persone, nelle istituzioni, nel volontariato, nelle aziende e nel mondo del lavoro. Mi complimento, quindi, con Vincenzo Arancio, Renato Cecchi, Americo Giuseppucci, Gianluca Mannelli e Stefano Boni per l’Onorificenza ricevuta. Un riconoscimento al merito e al grande lavoro svolto per la città in una pluralità di settori importanti e preziosi per la collettività.

“ll 2 giugno- sottolinea il presidente della Provincia Simone Calamai – rappresenta una data storica, di grandissima importanza per il nostro Paese, che, dopo le barbarie nazi-fasciste e l’orrore della seconda guerra mondiale, ha permesso di fondare la nostra Repubblica sui valori della Carta Costituzionale: democrazia, libertà, pace, solidarietà, uguaglianza. Valori straordinari e fondamentali per una società giusta ed è dunque dovere dei rappresentanti delle istituzioni continuare a promuoverli. Come evidenziato dal presidente, solo portando avanti i principi ed i valori della Costituzione sarà possibile coltivare una società migliore, nell’interesse di tutti, ma soprattutto delle fasce più deboli della popolazione.

“Unità e condivisione di intenti: celebrare il 2 giugno, Festa della Repubblica, all’insegna di questi valori significa lavorare per la coesione e lo sviluppo della comunità. E’ questa la strada sulla quale dobbiamo camminare per superare le difficoltà e dare le risposto che i cittadini ci chiedono. Il 2 giugno ci ricorda la storia che ha affermato la libertà e la democrazia e, al tempo stesso, rinnova l’insegnamento ad un impegno corale per la tutela dei valori del territorio: crescita, legalità, rispetto, solidarietà, inclusione”.  Questo il messaggio del candidato sindaco per il centrodestra Gianni Cenni.

Anche a Montemurlo è stata celebrata la Festa della Repubblica. Il momento istituzionale si è svolto in piazza della Repubblica di fronte al municipio con la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti dal parte del sindaco, della vice presidente della Provincia, accompagnati dal comandante della tenenza dei carabinieri, Quintino Preite e dalla comandante della polizia municipale, Enrica Cappelli.
Tante le associazioni e i cittadini presenti. Alcuni dei neo diciottenni hanno letto alcuni brani dedicati all’impegno per far vivere i valori costituzionali nella vita di ogni giorno tratti da un discorso ai maturandi del 2020 di Liliana Segre, di Gianni Rodari e di Piero Calamandrei. Il sindaco di Montemurlo nel suo discorso ha ricordato tutti coloro- angeli del fango, volontari, associazioni, donatori -che con il loro lavoro e impegno hanno tenuto acceso la luce della speranza nei giorni terribili dell’alluvione e Teresa e Alfio che in quelle ore hanno perso la vita. La cerimonia si è poi spostata al teatro della Sala Banti per la consegna di una copia della Costituzione ai neo diciottenni. Erano presenti Susuna Abdul, Christian Abruzzese, Ferdinando Annicelli, Diego Aiazzi, Simona Battaglia, Franca Bucciantini, Di Franco Emily, Emanuele Gentili, Alessandro Gioffredi, Manuel Giuliani, Lorenzo Marinozzi, Tommaso Matteucci, Amalia Morsellino, Niccolò Olivieri, Giulia Vignolini.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia