Categorie
Edizioni locali

Alluvione, a via i lavori per la pulizia dell’alveo del torrente Bagnolo a Montemurlo


In questa fase i massi non saranno rimossi ma spostati in altri punti del torrente, dove non si è creato un accumulo di materiale. Questa operazione consentirà di ripristinare il flusso delle acque


Alessandra Agrati


Inizieranno questa settimana i lavori di spostamento dei detriti, depositati nell’alveo del torrente Bagnolo a seguito dell’alluvione del 2 novembre scorso. La grande quantità portata a valle dalla furia delle acque, infatti aveva fatto alzare il livello del corso del fiume che scorre lungo la via Riva a Bagnolo, tra le zone più colpite a seguito degli eventi alluvionali. In particolare sono andati a depositarsi nei pressi del ponticino che si trova nelle vicinanze del “Giardino incantato”, un luogo particolarmente amato e frequentato dai montemurlesi per la presenza di suggestive sculture in legno. I detriti in questa fase non saranno rimossi dall’alveo ma spostati in altri punti del torrente, dove non si è creato un accumulo di materiale. Questa operazione consentirà di ripristinare il flusso delle acque in un alveo delle giuste dimensioni e profondità, capace di garantire un buon deflusso e scongiurare altri fenomeni di esondazione in futuro. Prima di arrivare alla rimozione dei materiali accumulati nell’alveo, infatti, c’è da risolvere il problema dello smaltimento del marmo verde- serpentino che si trova mescolato ai detriti, una procedura che ancora richiederà diverso tempo. Dunque, nell’attesa della totale rimozione e del corretto smaltimento di questo tipo di materiale, la Regione ha deciso per lo spostamento del materiale, che consentirà di ripristinare la corretta dimensione dell’alveo e dunque maggiore sicurezza nella zona. Il Comune di Montemurlo continua a seguire con attenzione le varie fasi delle lavorazione e, in vista del rifacimento finale dell’alveo del Bagnolo, ha chiesto alla Regione il rifacimento delle briglie e contro-briglie con l’obiettivo di ridurre l’attitudine del torrente al trasporto di detriti e di proteggere le sponde dall’erosione. Le briglie e contro-briglie servono infatti per rallentare il flusso delle acque e ridurre fenomeni di accumulo di detriti.

Edizioni locali: Montemurlo

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia