Categorie
Edizioni locali

Al Met torna il Festival “Contemporanea”. Presentata la prossima stagione, l’ultima prima della rigenerazione urbana del Fabbricone


Chiusi i bilanci degli ultimi due anni in pareggio. Ora si cerca un nuovo stabile per ospitare gli spettacoli, potrebbe essere un altro ex capannone industriale


Alessandra Agrati


Per la prossima stagione teatrale del Metastasio ritorna Contemporanea Festival(27 settembre 5 ottobre), ma sarà anche l’ultima ad essere ospitata all’interno del Fabbricone così come da 50 anni il pubblico è abituato a vederlo. Partiranno infatti, entro la fine del 2025, i lavori per il progetto di rigenerazione urbana dell’area finanziato anche con il contributo della Regione. “Dovremo trovare soluzioni alternative – ha spiegato il presidente della Fondazione Massimo Bressan – per ora solo ipotesi, potrebbe essere una collaborazione con i teatri cittadini, oppure trovare un nuovo spazio di archeologia industriale come è stato già fatto”. Non solo il Fabbricone, anche il Metastasio sarà oggetto di una ristrutturazione. “Concluderemo il percorso di lavori previsti – ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni – il prossimo riguarda la copertura del tetto. A testimonianza che crediamo nel ruolo fondamentale che il Met ricopre nel panorama della cultura”.

Intanto i bilanci a consuntivo per gli anni 2022 e 2023 sono stati chiusi in pareggio,stesso obiettivo dovrebbe concretizzarsi  anche per il 2024. Nel preventivo delle attività per l’anno 2024, rispetto al consuntivo 2023, si è registrato un aumento significativo dei parametri che indicano la capacità della  Fondazione di generare occupazione e lavoro: le giornate recitative sono passate dalle 332 del 2023 alle 420 del preventivo 2024 (+27%);  quelle lavorative del (17%); gli oneri versati ai lavoratori incrementati del 16%. L’attività del teatro genera un indotto economico che ricade direttamente sul  territorio: nel triennio sono state pagate 986 notti in strutture alberghiere e ricettive pratesi per un totale di circa 135 mila euro, 1.022 pasti presso esercizi di ristorazione pratesi per un totale di circa 22mila euro. Intanto tutto è pronto per la prossima stagione teatrale “Libera”,  23 spettacoli distribuiti nelle tre sale del Met – Metastasio, Fabbricone, Magnolfi –  che pone al centro la drammaturgia contemporanea. In cartellone alcuni spettacoli di autori classici (William Shakespeare, Neil Simon, Eduardo De Filippo, Carlo Goldoni) accanto a quelli di grandi gruppi internazionali  (Jakop Ahlbom Company con Strangely Familiar, Compagnie N°8 con Garden Party, Ifo Asbl con Chaïka e NTGent con Antigone in Amazzonia).

Inoltre, per festeggiare gli anniversari per i 60 anni dalla riapertura del Teatro Metastasio e i 50 anni dall’apertura del Teatro Fabbricone, è stata prevista la realizzazione di due spettacoli (al Met L’infinito carnale, con la regia di Claudia Castellucci della Societas; al Fabbricone Beautiful Creatures, con la regia di Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni de lacasadargilla), di un grande convegno che alimenti il dibattito sul passato e sul futuro possibile del teatro italiano, e di due mostre dedicate alle consonanze e complementarietà del lavoro di due grandi artisti, la prima in omaggio a Luca Ronconi presso il Magnolfi, la seconda in omaggio a Giuliano Scabia presso il Museo di Palazzo Pretorio.

Artisti di riconosciuto valore e giovani talenti emergenti compongono la rosa dei nomi in cartellone: Jakop Ahlbom, Lisa Ferlazzo Natoli e Alessandro Ferroni, Pippo Delbono, Lorenzo Maragoni, Giorgina Pi, Paola Rota, Pietro Giannini, Lello Serao, Claudia Castellucci, Valter Malosti, Valerio Binasco, Davide Grillo, Emma Dante, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Oscar De Summa, Enrico Torzillo, Alexandre Pavlata, Giuseppe Scoditti, Miriam Selima Fieno, Nicola Di Chio, Christian Elia, Enrico Castellani e Valeria Raimondi, Natacha Belova e Tita Iacobelli, Milo Rau.

“La stagione si intitola Libera- ha spiegato il direttore Massimiliano Civica – perchè  consideriamo il teatro come un luogo in cui ancora si esercita la libertà di essere umani, dove ci si confronta con la complessità paralizzante del mondo di oggi e ci si

schiera per i Valori contro la legge del più forte, difendendo le parole e i sentimenti che aprono e salvano nel nome della comprensione, della solidarietà e della fratellanza”.

Alla presentazione della stagione hanno partecipato anche Cristina Manetti capo gabinetto della Regione Toscana, Federica Palandri in rappresentanza della Provincia e l’assessore alla cultura Simone Mangani

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia