02.11.2015 h 16:48 commenti

Visita Papa Francesco: il percorso e il programma definitivo. Strade chiuse dalle 5 di mattina

Dalle 14 di lunedì 9 divieto di sosta con rimozione lungo tutto il percorso principale e quello di servizio
Visita Papa Francesco: il percorso e il programma definitivo. Strade chiuse dalle 5 di mattina
Definito il piano definitivo del traffico per la visita di Papa Francesco che martedì 10 novembre sarà a Prato. Il Pontefice atterrerà con un elicottero dell'Aeronautica Militare Italiana allo Stadio Lungobisenzio intorno alle 7.45. Ad accoglierlo ci saranno il sindaco Matteo Biffoni, il prefetto Maria Laura Simonetti e il vescovo di Prato Franco Agostinelli. Allo Stadio, nella tribuna coperta e nella nuova tribuna saranno presenti numerosi bambini delle scuole elementari e probabilmente una rappresentanza del Prato Calcio. Dopo i saluti, Francesco e il vescovo Agostinelli saliranno sulla Papamobile per avviarsi verso piazza del Duomo. Sono attese in città circa 30 mila persone.
Percorso. Via Firenze (nel tratto tra lo stadio e la stazione centrale), Ponte alla Vittoria, Piazza Europa, Viale Vittorio Veneto, Piazza San Marco (qui il Pontefice potrebbe fermarsi per salutare i malati), Viale Piave,  Piazza delle Carceri (altra possibile sosta del Papa per salutare i giovani, Via San Bonaventura, Piazza San Francesco (saluto del Pontefice a coloro che hanno partecipato alla veglia di preghiera), Via Ricasoli (la strada sarà transennata dal lato destro, dove c'è il bar Buoanmici), Piazza del Comune (le persone potranno sostare sul lato del palazzo comunale, non del museo di Palazzo Pretorio. Si può accedere alla piazza passando da Corso Mazzoni e da via Cairoli), Via Cesare Guasti (le persone potranno sostare soltanto dietro le transenne poste sul lato sinistro), Via Luigi Muzzi (le persone potranno sostare dietro le transenne poste su entrambi i lati), Largo Carducci con  un canale centrale dove passerà la papamobile, che raggiungerà così piazza del Duomo. Sarà consentita la sosta delle persone dietro le transenne poste sia sul lato destro che su quello sinistro della strada.
In piazza Duomo si formeranno così due quadrati, uno a nord e uno a sud della fontana del Papero: la parte nord sarà accessibile passando da via Magnolfi e via del Serraglio, il lato sud invece tramite via Garibaldi, corso Mazzoni e e parte di via Firenzuola.
Programma della visita. Intorno alle 8 il Pontefice entrerà nella Basilica Cattedrale di Santo Stefano, dove ad accoglierlo ci saranno il Capitolo della Cattedrale (ovvero i sacerdoti che officiano il duomo), il Consiglio presbiterale, una rappresentanza dei sacerdoti anziani, le monache di clausura e venti malati. Papa Francesco entrerà nella Cappella del Sacro Cingolo dove omaggerà la reliquia della Madonna simbolo ecclesiale e civile di Prato – eccezionalmente già collocata sopra l’altare – e da qui salirà sul Pulpito esterno di Donatello e Michelozzo, per parlare alla folla raccolta in piazza. Concluso il suo intervento, Papa Francesco scenderà nella Cappella del Sacro Cingolo e da qui, uscendo dalla navata della cattedrale, si porterà sul sagrato: riceverà l’omaggio di cinquanta persone, le principale autorità e i rappresentanti delle categorie sociali, scelte dalla Prefettura della Casa Pontificia sulla base del protocollo papale. Verso le 9 il Santo Padre, ripercorrendo lo stesso itinerario dell’arrivo, ritornerà al Lungobisenzio per ripartire: qui, oltre al saluto del vescovo, del sindaco e del prefetto, verrà omaggiato da tutti i comandanti provinciali delle forze dell’ordine.
Limitazioni. Dalle 14 di lunedì 9 novembre e non oltre le 14 di martedì 10 novembre sarà istituito il divieto di sosta con rimozione lungo tutto il percorso principale, quello di servizio e in alcuni tratti dove occorre. I divieti di sosta saranno posizionati e saranno quindi visibili da tutti i cittadini da almeno 48 ore prima dell'entrata in vigore del divieto stesso. Alle 18 di lunedì 9 novembre inizierà il posizionamento delle transenne lungo tutto il tragitto interessato dal passaggio del Pontefice. Fino alle 5 di martedì 10 novembre sarà istituito un divieto di transito parziale lungo il percorso.
Dalle 5 la zona sarà completamente interdetta al traffico, ma non ai pedoni. A piedi il percorso è consentito, ma non sarà possibile attraversare dove ci sono le transenne. E' possibile comunque circumnavigare il percorso. Dalle 5 di martedì 10 novembre quindi non sarà consentito l'accesso alle auto all'interno della cinta muraria, ma sarà comunque possibile uscire dal centro.
Mobilità. Il traffico cittadino subirà una serie di limitazioni, dovute alla messa in sicurezza del percorso che il Pontefice percorrerà e alla realizzazione di un itinerario di servizio. Entrambi gli itinerari saranno chiusi al traffico veicolare, ma solo il percorso principale sarà interamente transennato. Le zone direttamente interessate sono quelle della Ztl larga, ovvero le strade racchiuse all'interno della cinta muraria), via Matteotti, piazza Mercatale e le strade comprese nel triangolo via Arcivescovo Martini, viale Vittorio Veneto e via Tiziano. La Ztl larga verrà chiusa al traffico per step: dalle 18 di lunedì 9 novembre non sarà più consentito l’accesso ai non residenti. Per i residenti, invece, il divieto di ingresso scatterà alle 5 del mattino del 10 novembre. Dopo tale ora, ai residenti sarà permesso solo di uscire dalla Ztl larga seguendo itinerari, che saranno opportunamente indicati con segnaletica, che non convergono verso quelli transennati.
Via Guizzelmi sarà interdetta al traffico e ai pedoni, per consentire il passaggio e la sosta delle auto dello staff del Pontefice. Via Santa Margherita, piazza Lippi, via Canto alle Tre Gore, il tratto di via Giacomo Matteotti tra via Nicolò Machiavelli e Ponte Mercatale, saranno interdette alla circolazione veicolare in quanto saranno riservate al percorso di servizio. In via San Giorgio invece sarà invertito il senso di marcia.
Per quanto riguarda piazza Mercatale, dalle 5 di martedì 10 novembre non sarà possibile entrare con le auto, ma sarà comunque possibile uscire, in direzione di via Sant'Antonio. La stazione centrale sarà raggiungibile, in entrata, da via Nicolò Machiavelli e via Giacomo Matteotti, in uscita da via Buozzi e via Machiavelli.
Parcheggi. Chi viene in macchina può parcheggiare in piazza del Mercato Nuovo, alla stazione del Serraglio, in piazzale Ebensee, via Pomeria e zone limitrofe. Non è consentito invece il parcheggio in piazza Ciardi, in via Arcivescovo Martini, in piazza Lippi e Porta Fiorentina. 
La riapertura delle strade sarà graduale, al termine del percorso di rientro del Papa verso lo Stadio comunale e dovrà tenere conto del deflusso della folla.
La polizia municipale raccomanda ai residenti delle zone indicate che avessero necessità di utilizzare l’auto la mattina del 10 novembre a parcheggiare, fin dal giorno 9, in zone non soggette a chiusura o limitazione del traffico.
ECCO LA MAPPA DETTAGLIATA 

TUTTE LE CARTINE E LE INFO UTILI
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  02.11.2015 h 16:48

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale