20.06.2016 h 15:18 commenti

Villa Le Sacca condannata dall'indifferenza: un video di Prato Scomparsa per gridare: "Salvatela"

L'ex residenza estiva del Convitto Cicognini tra crolli e abbandoni. Un destino purtroppo simile a quello di altri due monumenti: la Fattoria Medicea e Villa Filicaia
Guarda il video di Prato Scomparsa
Arriva dalla pagina Prato Scomparsa, da tempo impegnata con il suo creatore Daniele Nuti in un meritevole lavoro di recupero del patrimonio storico-artistico cittadino, l'ultimo appello per Villa Le Sacca, l'ex residenza estiva del Convitto Cicognini, ormai condannata alla fatiscenza e al degrado.
"Villa le Sacca, che da ragazzetti chiamavamo Cicognini vecchio - spiega Daniele Nuti - è un luogo che da decenni si trova in completo stato di abbandono. Ho ritrovato questo filmato del 2002, oggi rieditato, che ne da un esauriente visita. Pensare che sono passati altri 14 anni ed è ancora più crollato fa veramente preoccupare, stiamo perdendo un grosso patrimonio. Prato Scomparsa vuole condividere questo documento, per chi conosce ma soprattutto per chi non sa com'è questa struttura all'interno, oltre che per sensibilizzare su un recupero necessario che salverebbe un pezzo di storia non solo locale". 
Lo storico edificio, che ha ospitato la residenza estiva dei collegiali fino ai primi del 1900 e dal 1943 dichiarato di interesse culturale, domina, dalle pendici della collina di Spazzavento, la periferia nord di Prato. La maestosa costruzione si sta però lentamente sbriciolando, alcune parti sono già crollate e negli ultimi anni è stata ricordata solo per gli atti vandalici e la celebrazione di messe nere. Un paio di anni fa se ne occupò anche la trasmissione "Striscia la notizia", con una incursione del Gabibbo. proprio sulla scorta di questo, il compianto Alessandro Assirelli fece dalle colonne di Notizie di Prato un disperato appello, suggerendo anche una possibile strada per arrivare al recupero.
 

Nonostante questo, però, da allora niente è stato fatto e Villa Le Sacca sta andando incontro inesorabilmente al suo destino. Una strada, purtroppo, simile a quella di altri due monumenti cittadini: la Fattoria medicea delle Cascine e Villa Filicaia. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  20.06.2016 h 15:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale