05.09.2019 h 20:31 commenti

Via all'operazione "pulizia" dell'anagrafe sanitaria, stop alla presenza di morti negli elenchi dei medici di famiglia

Dopo il nostro articolo e l'intervento del vicesindaco Biancalani, l'azienda sanitaria ha dato un'accelerata all'applicazione del sistema operativo che consente l'aggiornamento automatico con il Comune
Via all'operazione "pulizia" dell'anagrafe sanitaria, stop alla presenza di morti negli elenchi dei medici di famiglia
È iniziata l'operazione "pulizia" dei pazienti morti dagli elenchi dei medici di famiglia. Il problema, portato all'attenzione pubblica da un articolo di Notizie di Prato lo scorso 19 agosto, è ora in fase di risoluzione. Per molti medici la situazione è già aggiornata. Per altri lo sarà nelle prossime ore. Avere banche dati sugli assistiti aggiornate in tempo reale significa garantire libertà di scelta ai cittadini e rendere più lineare e trasparente il pagamento di ogni assistito da parte dell'azienda sanitaria senza necessità di richiedere rimborsi delle quote quando a posteriori gli uffici si rendono conto di aver pagato per pazienti non più in vita. Cosa che quindi danneggia economicamente lo stesso medico, specie se ha raggiunto il numero massimo di assistiti, che non ha potuto compensare con nuovi pazienti in quel periodo di "interregno". Per questo presto l'Asl incontrerà il sindacato dei medici di medicina generale per concordare l'indennizzo dei camici bianchi che hanno subito tale situazione. Fondamentale per dare una decisa accelerazione al sistema operativo di aggiornamento delle banche dati in tempo reale tra anagrafe del Comune e quella dell'Asl, è stato l'intervento del vicesindaco con delega a sociale e sanità, Luigi Biancalani, tra l'altro medico di famiglia in pensione. Dopo la pubblicazione del nostro articolo, si è attivato perché l'azienda sanitaria applicasse velocemente lo strumento che consente una sorta di aggiornamento automatico, già usato con successo a Pistoia. È di giovedì, 31 agosto, l'incontro con il direttore generale dell'Asl Paolo Morello Marchese. La situazione quindi si è sbloccata e avrà effetti positivi immediati soprattutto per quei medici che fino a poche ore fa risultavano al completo e quindi impossibilitati a prendere altri pazienti nonostante questi ne avessero fatto richiesta.
 

Data della notizia:  05.09.2019 h 20:31

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.