03.07.2015 h 15:47 commenti

Ventitrè azionisti fanno causa alla Popolare di Vicenza, avviata oggi la procedura legale

L'avvocato ha depositato l'invito alla negoziazione assistita e ora la banca ha un mese di tempo per rispondere. Se non si arriverà ad un accordo, partirà la causa perché i clienti sono decisi ad andare in fondo. A spingerli dall'avvocato la decisione di abbassare il valore delle azioni
Ventitrè azionisti fanno causa alla Popolare di Vicenza, avviata oggi la procedura legale
Si è ufficialmente aperta oggi la procedura legale di 23 soci pratesi contro la Popolare di Vicenza per la riduzione del valore delle azioni scese da 62 a 48 euro (LEGGI). L'avvocato che difende gli interessi degli azionisti ha depositato l'invito alla negoziazione assistita. La banca ha 30 giorni di tempo per farsi viva e se questo non accadrà, la questione approderà in tribunale perché i clienti hanno deciso di voler andare fino in fondo. La settimana scorsa, con una lettera molto aspra inviata alla stampa, il gruppo dei ventitré aveva manifestato il disappunto per la decisione della Popolare di Vicenza di svalutare le azioni con una conseguente erosione dell'investimento e per questo di aver dato mandato ad un avvocato di compiere i passi necessari. “I nostri risparmi – aveva detto Tommaso Caparrotti che guida la protesta – si sono ridotti di un quarto. Tra noi ci sono piccoli risparmiatori e professionisti che si sono fidati e che ora dicono che non bisogna fidarsi di nessuno e non bisogna mai firmare niente”. Per la seconda puntata si dovrà aspettare un mese.  
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  03.07.2015 h 15:47

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier