28.02.2015 h 13:21 commenti

Varvarito, protestano i comitati: "Biffoni venga a vedere con i propri occhi dove vuole scaricare gli inerti"

Si è tenuta questa mattina la protesta dei comitati di Casale, Iolo e S. Giorgio con l'appoggio dl consigliere comunale Marilena Garnier: "Non è possibile che tutto venga posto nella zona sud dove già ci sono seri problemi di inquinamento".
Varvarito, protestano i comitati: "Biffoni venga a vedere con i propri occhi dove vuole scaricare gli inerti"
"Biffoni è peggio di Cenni. Venga qui il sindaco a vedere dove vuole impiantare il depositato degli inerti. Non vada da altre parti" . Non le hanno mandare a dire al sindaco Matteo Biffoni i cittadini che si sono riuniti nel campo, stretto tra l'autostrada e la Declassata, sul finire di via del Trebbiò alla bardana, dove il Comune intende piazzare l'area per raccogliere i materiali provenienti da scavi e da cantieri edili.
La protesta, guidata dai comitati di Casale, Iolo e S. Giorgio, ha ricevuto l'appoggio dl consigliere comunale Marilena Garnier, oggi indipendente ma eletta nella lista Biffoni per Prato: "Non è possibile che tutto venga posto nella zona sud dove già ci sono seri problemi di inquinamento. Non abbiamo niente contro la Varvarito, che pur deve lavorare. Ma bisogna trovare una soluzione adeguata, e questa non lo è".

Sulla stessa lunghezza d'onda Sergio Benvenuti presidente comitato ambientale Casale. Soprattutto contestano che la soluzione scelta non sia vicina alle abitazione: "Vi abbiamo fatti venire apposta qui, potete constatare che non ci sono più di 200/300 metri dalle case. E poi qui c'è la falda quasi in superficie. Vogliono piazzarci materiali che non sappiamo cosa contengono". Già la falda: c'è' chi ha provato a scavare ed ha trovato l'acqua dopo 75 centimetri. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  28.02.2015 h 13:21

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.