06.04.2020 h 18:46 commenti

Uova e colombe in dono in ospedale e nelle strutture sanitarie della città

Offerte della ditta Caffarel e distribuite dai volontari dell'Associazione carabinieri in congedo. Donazioni anche da Cna World China alla Società della Salute e dalla loggia massonica alla Pubblica assistenza
Uova e colombe in dono in ospedale e nelle strutture sanitarie della città
E' iniziata oggi, lunedì 6 aprile, la consegna delle uova e colombe da parte die volontari dell'Associazione nazionale carabinieri in congedo. Prima tappa l’ospedale Santo Stefano ma poi proseguirà per tutta la settimana in un “dolce” tour per le strutture individuate, in particolare quelle per bambini e ragazzi con disabilità. 
Sono quasi tremila  pezzi, tra uova e colombe pasquali, quelli arrivati nella sede del Nucleo  provinciale di volontariato e protezione civile di Prato, dall’azienda Caffarel che li ha voluti donare alle strutture sanitarie assistenziali della Toscana.
“Siamo grati all’azienda Caffarel per questo dono alle nostre strutture sanitarie e assistenziali e felicissimi di contribuire alla logistica e consegna di questi prodotti tramite i nostri volontari, al fine di allietare queste festività pasquali a personale e degenti” afferma il presidente dell'Anc di Prato, Claudio LoBue.
DONAZIONE DI CNA WORLD CHINA - Cna World China, che riunisce le imprese orientali di Cna Toscana Centro, ha donato oggi 6 aprile 10mila mascherine protettive alla Società della Salute di Prato, altre 2.000 alla Protezione Civile pratese e altre 2.000 le ha destinate ai dipendenti di Cna. A consegnare le forniture ai diretti interessati sono stati il presidente di Cna Toscana Centro, Claudio Bettazzi e il portavoce di Cna World China Wang Liping, insieme al sindaco di Prato Matteo Biffoni e alla consigliera regionale Ilaria Bugetti.
MASCHERINE DALLA LOGGIA MASSONICA - Questa mattina è iniziata anche la distribuzione delle mascherine, fornite dalla Loggia massonica Meoni Mazzoni alle sezioni della Pubblica Assistenza di Casale, Coiano e La Querce . 
La loggia Meoni-Mazzoni, centenaria istituzione pratese del Grande Oriente d’Italia, ha donato 7.000 mascherine alle diverse sezioni della Pubblica Assistenza per metterle a disposizione dei volontari e dei soci, e distribuirle  ai cittadini dei vari territori dei comuni di Prato, Vaiano, Cantagallo, Poggio a Caiano. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.04.2020 h 18:46

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.