18.03.2023 h 17:54 commenti

Uno spazio polivalente per Poggetto e non solo, torna a splendere l'antica Tinaia

Oggi l'inaugurazione. Oltre allo spazio civico, al piano superiore sono stati realizzati nove appartamenti che saranno destinati all’edilizia popolare. Le chiavi alle famiglie che li occuperanno, saranno consegnate a breve
Uno spazio polivalente per Poggetto e non solo, torna a splendere l'antica Tinaia
Uno spazio per la comunità, un modello di inclusione sociale che alternerà l’essere "casa dei nonni" e dei malati di Alzheimer a centro servizi per i minori a rischio marginalità, un luogo intitolato ai magistrati antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino quali simbolo della lotta all’indifferenza. E’ tutto questo la nuova sala polivalente “Poggetto”, tra la regionale 66 e via Virginia a Poggio a Caiano inaugurata stamani, 18 marzo. E’ stata realizzata all’interno della “Tinaia”, storica struttura della tradizione contadina poi passata in mano a privati, per varie vicissitudini fino a qualche anno fa era un edificio fatiscente nel pieno centro della frazione di Poggetto, ma grazie ad un bando della Regione Toscana del valore di oltre 2 milioni di euro, volto a recuperare immobili abbandonati, il Comune di Poggio a Caiano lo ha acquistato per trasformarla in case popolari e un centro civico.
L’inaugurazione è stata una vera e propria festa per tutta la frazione: “Quando nel 2019 intravedemmo nel bando della Regione l’opportunità per dare nuova vita a questo spazio la cogliemmo subito per restituirlo alla comunità di Poggio a Caiano- ha spiegato il sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli - Subito in esso vedemmo l’occasione per farne un luogo dedito all’accoglienza e alla socialità soprattutto delle persone più fragili. Dall’acquisto all’inaugurazione sono passati poco più di quattro anni, merito dell’ottima sinergia tra istituzioni e terzo settore e delle tante energie che si sono messe insieme per concretizzare questo progetto. In questi locali organizzeremo progetti di aggregazione e socialità destinati ad anziani e minori, progetti innovativi per la disabilità, ma stiamo anche già lavorando alla proposta di ulteriori opportunità per tutta la comunità”. 
I saluti del sindaco Puggelli hanno aperto la mattinata che ha visto gli interventi della consigliera regionale Ilaria Bugetti, in rappresentanza della Regione Toscana, di Simone Faggi e Lorena Paganelli, rispettivamente presidente e direttrice della Società della Salute area pratese. “Questo è il futuro: realizzare progetti integrati per prenderci cura delle persone più fragili – ha commentato Bugetti – perché quando una società smette di aprirsi agli altri, fallisce. Questo luogo invece è la testimonianza di come, nonostante le difficoltà, grazie alla collaborazione e alla passione sia possiamo dare risposte concrete ai territori”.
Oltre allo spazio civico, grazie alla collaborazione con Epp, al piano superiore sono stati realizzati nove appartamenti che saranno destinati all’edilizia popolare. Le chiavi alle famiglie che li occuperanno, saranno consegnate a breve. “Per noi oggi è un giorno importante – ha spiegato l’assessore al Sociale del Comune di Poggio a Caiano, Maria Teresa Federico – perché è la testimonianza di come il nostro lavoro sia improntato alla ricerca dell'inclusione e dell'integrazione all'interno di una piccola comunità come Poggio, partendo dall’ascolto, lavorando insieme anche per dare un segnale di vicinanza a quelle famiglie di persone fragili che troppo spesso si sentono ai margini. Grazie alla collaborazione con la Salute Pratese daremo vita ad un modello sperimentale e innovativo di inclusione sociale: durante il giorno ci sarà una "casa dei nonni" con servizi rivolti agli anziani con particolare attenzione ai malati di Alzheimer, e altri rivolti invece ai minori, in particolare per quelli a rischio marginalità”.
A spiegare nel dettaglio le attività che troveranno casa nello spazio civico Poggetto i referenti delle cooperative che qui opereranno a partire dal “Caffè-atelier Alzheimer”, rivolto a persone che ne soffrono di Poggio ma non solo. Lo spazio civico Poggetto, infatti, proprio grazie alla collaborazione con la Società della Salute, potrà accogliere anche persone dai comuni limitrofi, realizzando in pieno la sua missione di luogo aperto ad accogliere tutta la comunità.
Oltre ad aver restituito al patrimonio pubblico la Tinaia, l’intervento di riqualificazione realizzato dalla giunta Puggelli permetterà anche di animare ulteriormente la frazione di Poggetto: “L’auspicio – ha concluso Puggelli - è che questo spazio civico diventi un pezzetto di vita della comunità, tra l’altro a breve, proprio qui accanto, realizzeremo un polo socio-sanitario pediatrico con servizi come la nuova farmacia, nuovi ambulatori e non solo. Oltre a rendere i servizi davvero di prossimità contribuiremo anche ad animare e riqualificare la frazione di Poggetto”.

A termine dell’inaugurazione è stata scoperta la targa alla memoria di Giovanni Falcone e Poalo Borsellino, un’intitolazione che vuole essere un appello a non restare indifferenti a ciò che ci circonda, soprattutto se chi ci circonda ha bisogno di aiuto, così come ha ricordato nel suo intervento Don Marco Natali, referente del coordinamento provinciale di Libera Prato: lo spazio civico Poggetto è di fatto l’antidoto all’indifferenza.
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  18.03.2023 h 17:54

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.