13.06.2018 h 17:24 commenti

Un tuffo nella Montemurlo rinascimentale con il Corteggio storico 2018

Si comincia domenica 17 giugno con la Giornata rinascimentale nel parco di Villa Giamari. Il 21 giugno alla Rocca ritorna la cena con un autentico menù dell'epoca della battaglia di Montemurlo
Un tuffo nella Montemurlo rinascimentale con il Corteggio storico 2018
Dame, cavalieri, musici, sbandieratori, falconieri e giullari. A Montemurlo è tutto pronto per la 27esima edizione del Corteggio storico, che si apre ufficialmente domenica 17 giugno con la Giornata rinascimentale nel parco di Villa Giamari, primo evento di un ricco programma di appuntamenti che si chiuderanno domenica 24 giugno con la sfilata per le vie di Oste. Un vero e proprio tuffo nel tempo per conoscere la vita di quella che era la Montemurlo di Baccio Valori e Filippo Strozzi, i fuoriusciti repubblicani che il 2 agosto 1537, proprio nella piana sotto la Rocca, affrontarono le truppe medicee di Cosimo I.
«Il Gruppo Storico si conferma come uno dei partner privilegiati del Comune nella promozione della cultura e della storia locale. - spiega l'assessore alla cultura, Giuseppe Forastiero- Prima Montemurlo era solo lavoro, ma grazie al Corteggio e a tutto il mondo dell'associazionismo locale, si sta portando avanti un importante progetto di valorizzazione dell'identità territoriale. Il Corteggio dimostra che si può conoscere e amare un luogo grazie alla storia e per questo da tre anni a questa parte abbiamo arricchito la manifestazione con eventi collaterali per approfondire la conoscenza della battaglia di Montemurlo, fatto storico dal quale tutto ha avuto origine».
A questo proposito si concluderà, giovedì 14 giugno ore 21.15 al Centro sociale “Il villaggio del Sorriso” di via Toti, 23 a Oste il ciclo di incontri di approfondimento storico sulla famosa battaglia di Montemurlo. Durante l'ultima serata la storica dell'arte Rossella Foggi dell’associazione culturale Fare Arte di Prato parlerà di “Cosimo I De’ Medici, il potere, le arti e l’alchimia nella Firenze del Cinquecento”. Domenica 17 giugno nel parco di Villa Giamari si potrà vivere un'autentica “Giornata rinascimentale”. Dalle ore 10 alle ore 22 il giardino si riempirà con i banchi di antichi mestieri e la ricostruzione delle vecchie botteghe rinascimentali. Inoltre ci saranno mercatini artigianali, i punti ristoro a tema, intrattenimenti a cura del Gruppo Storico e dell'associazione Il Capitombolo e giochi storici proposti dall'associazione Nobiltà e Contado di Pistoia. Alle ore 17 la giornata sarà arricchita dall'esibizione dei musici e degli sbandieratori del Gruppo storico, mentre alle ore 21 in piazza Don Milani si svolgeranno i giochi storici del “Palio della Ruzzola dei cerchi e delle botti”, antico gioco nato dai garzoni dei mastri bottai, nel quale gli abitanti dei sette rioni montemurlesi si sfideranno spingendo cerchi e botti. « Chi dei sette rioni si aggiudicherà il drappo del vincitori, conquisterà anche il diritto di organizzare il prossimo palio della ruzzola. - spiega il vice-presidente del Gruppo storico, Alessandro Bargiacchi- L'obbiettivo, infatti, è far si che tutte le frazioni del nostro Comune si sentano protagoniste di questa manifestazione». In tema di condivisione, inoltre, l'edizione del 2018 del Corteggio storico ha previsto un'altra novità: il “Canto del volontariato”, uno spazio di promozione riservato al mondo dell'associazionismo montemurlese.
Ma prima di arrivare all'evento clou di domenica 24 giugno, c'è un altro appuntamento da segnare in agenda, la cena rinascimentale che, come ogni anno, si svolge nella bella cornice di piazza Castello a Rocca. Giovedì 21 giugno alle ore 20, grazie alla collaborazione dell'associazione HistoriaEdita, si potrà gustare un autentico menù rinascimentale, cucinato con maestria dal ristorante la Taverna della Rocca. Ogni portata sarà intervallata da un introduzione storica sul menù proposto, da un sottofondo di musica rinascimentale a cura “Duo per Caso”, da danze rinascimentali, dall'esibizione degli sbandieratori e da un suggestivo spettacolo di fuoco a cura di Manipura Fire. La prenotazione alla cena è obbligatoria al numero telefonico 328 9857707 oppure 0574 798109.
Da quest'anno cambia il programma dell'ultima giornata, domenica 24 giugno, che rispetto al passato vede l'esibizione dei vari gruppi storici ospiti per le vie di Oste a partire dalle ore 17. I bambini (e non solo) saranno conquistati poi dal falconiere dell'associazione “Antica Falconeria Toscana” che sempre dalle ore 17 in piazza Amendola proporrà dimostrazioni di volo dei falchi e farà conoscere da vicino nove diversi tipi di rapaci (falchi, barbagianni, civette, gufi ecc…). Dalla mattina alle ore 10, sempre in piazza Amendola, si potranno visitare mercatini rinascimentali, di artigianato e degli antichi mestieri.
 
 
Edizioni locali collegate:  Montemurlo

Data della notizia:  13.06.2018 h 17:24

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.