21.01.2022 h 13:39 commenti

Ultimi giorni per la mostra Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba

Dal 31 gennaio il Museo del tessuto resterà chiuso fino al10 febbraio ma l'apertura sarà parziale per permettere l'allestimento della nuova mostra. A metà del prossimo mese dovrebbe riaprire anche la caffetteria
Ultimi giorni per la mostra Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba
Ultimi giorni per visitare al museo del Tessuto  la mostra Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba. Il 23 gennaio l'esposizione chiuderà e il museo resterà chiuso fino al 30 gennaio riaprirà parzialmente dal 31 gennaio al 10 febbraio, con esclusione della Sala dei Tessuti Antichi,
sede della prossima mostra dedicata ad una straordinaria Collezione, donata recentemente al Museo del Tessuto. Per questo periodo il biglietto d’ingresso al Museo sarà ridotto a 3euro. Con la riapertura totale doverebbe ripartire anche la caffetteria da mesi chiusa in attesa che venga assegnata al nuovo gestore. Il 20 dicembre è scaduto il termine per presentare le offerte, in questi giorni la commissione sta analizzando le proposte. Il bar servirà anche per gli utenti della biblioteca Lazzerini. 
Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba è stata molto apprezzata il 64% del pubblico è arrivato da fuori regione . Un successo dovuto anche alla collaborazione di enti e istituzioni pubblici e privati italiani  come il Sistema Museale dell’Ateneo fiorentino - Museo di Antropologia e Etnologia di Firenze - che a vario titolo hanno contribuito a ricostruire le vicende che hanno portato il grande compositore toscano Giacomo Puccini a scegliere Galileo Chini per la realizzazione delle scenografie per la Turandot, andata in scena per la prima volta al Teatro alla Scala il 25 aprile 1926, diretta da Arturo Toscanini.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  21.01.2022 h 13:39

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.