01.12.2015 h 18:35 commenti

Tutto da rifare il processo per le tre donne morte annegate nel sottopasso di via Ciulli, prima udienza a febbraio 2016

A poche battute dalla sentenza il processo ricomincia daccapo. Il giudice Magi, indagata per falso ideologico in atto pubblico, ha nominato difensore di fiducia l'avvocato che assiste una delle persone finita sul banco degli imputati per via Ciulli. Il nuovo processo sarà presieduto dal giudice D'Addario
Tutto da rifare il processo per le tre donne morte annegate nel sottopasso di via Ciulli, prima udienza a febbraio 2016
Tutto da rifare il processo per l'allagamento del sottopasso di via Ciulli che costò la vita a tre donne cinesi. A poche udienze dalla fine – il 9 e il 10 dicembre erano in programma le discussioni del pm, delle parti civili e della difesa degli imputati – salta tutto e si ricomincia daccapo. Il giudice Jaqueline Magi che ha presieduto il processo risulta indagata per falso ideologico in atto pubblico e ha nominato difensore di fiducia l'avvocato Mauro Cini che difende anche uno degli imputati per la morte delle tre donne avvenuta il 5 ottobre 2010. Evidente l'incompatibilità che ha di fatto messo la parola fine a quanto finora fatto. Al posto del giudice Magi arriva il giudice Luca D'Addario che ha già fissato le prime nuove cinque udienze a partire dal 26 febbraio. Sul banco degli imputati Lorenzo Frasconi, all'epoca dirigente del servizio mobilità del Comune, il direttore generale di Asm Sandro Gensini, Stefano Caldini che è stato il direttore dei lavori del sottopasso per conto di Italferr e il dipendente di Trenitalia Paolo Berti. Diversi i profili di responsabilità, dall'omicidio colposo al mancato controllo del funzionamento delle pompe idrauliche. La prescrizione scatta dopo sette anni e mezzo e dalla tragedia di via Ciulli ne sono passati più di cinque.   
 
Edizioni locali collegate:  Prato
Leggi i Dossier:  Sottopasso via Ciulli

Data della notizia:  01.12.2015 h 18:35

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier