26.11.2021 h 10:37 commenti

Trovato morto in casa Davide Finizio, segretario del Tempio buddista di Prato

Aveva 45 anni ed è stato stroncato da un malore. Era molto conosciuto in città per il suo impegno a favore dell'integrazione e anche come volontario storico della Pubblica Assistenza
Trovato morto in casa Davide Finizio, segretario del Tempio buddista di Prato
E' stato trovato privo di vita ieri sera 25 novembre, nella sua casa di via Padova, Davide Finizio, segretario del Tempio buddista di Prato e storico volontario della Pubblica Assistenza, molto conosciuto in città sia per la sua attività sociale sia come promotore di iniziative legate al Tempio e all'integrazione tra la comunità cinese e quella pratese. 
Finizio aveva 45 anni ed è stato stroncato da un malore. E' stata la sorella a fare la tragica scoperta, quando ieri sera si è recata nella casa del fratello dopo non essere riuscita ad avere sue notizie. Purtroppo per Finizio non c'era più niente da fare. Sono intervenuti anche i carabinieri che hanno informato il magistrato di turno. Non essendoci elementi tali da far ipotizzare altre circostanze oltre a quella del malore, è stata disposta la salma libera e il corpo è stato rimosso dai Servizi funebri della Pubblica Assistenza, l'associazione per la quale Davide Finizio si è sempre speso moltissimo, sia nei servizi sanitari del 118 sia in quelli della Protezione civile. Attualmente era presidente del collegio dei Probiviri dell'associazione di via San Jacopo.
Il sindaco Matteo Biffoni e l'amministrazione comunale esprimono il proprio cordoglio e vicinanza alla famiglia e agli amici di Davide Finizio: "La scomparsa improvvisa di Davide ci lascia attonini - si legge in una nota -. Davide è sempre stato una persona estremamente partecipe e impegnata nelle diverse attività culturali cittadine, con entusiasmo aveva organizzato tra le altre cose anche gli eventi legati al Capodanno cinese. Punto di riferimento per il tempio buddista di Prato, nell'emergenza Covid Davide si era impegnato personalmente, anche attraverso la Pubblica Assistenza, per tutta la nostra comunità".
“E’ un dolore grande – dichiara Piero Benedetti, presidente della Pubblica Assistenza L’Avvenire Prato – quello che oggi ci pervade il cuore. Perché dover salutare così presto chi ha condiviso tanta strada, fatica e impegno insieme a noi è sempre molto difficile. Davide non solo era davvero un volontario instancabile e impagabile, ma una persona dalle grandi doti umane. Impegnato non solo nel sociale ma anche sul fronte del dialogo interculturale e sempre attivo per favorire l’integrazione. Col suo ruolo di segretario del Tempio Buddista di Prato aveva contribuito ad avvicinare la comunità pratese a quella cinese e non soltanto. Sempre in prima linea quando c’era da difendere i diritti umani e i principi di uguaglianza e di libertà, per i quali L’Avvenire vede impegnati ogni giorno i suoi volontari e il suo personale. È una perdita grande, incolmabile, quella che colpisce di nuovo la nostra associazione. Ciò che posso assicurare, sia nei confronti della sua famiglia sia verso gli amici e la città tutta, è che non dimenticheremo il suo impegno e il suo profondo valore”.  
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.11.2021 h 10:37

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.