04.11.2013 h 17:48 commenti

Tragedia via Ciulli, slitta ancora la decisione del gip sul rinvio a giudizio dei quattro indagati

Accolta la richiesta del legale di Lorenzo Frasconi di rivedere il capo di imputazione. Già fissate altre due udienze
Tragedia via Ciulli, slitta ancora la decisione del gip sul rinvio a giudizio dei quattro indagati
Slitta ancora la decisione del giudice per le indagini preliminari chiamato a decidere sul rinvio a giudizio dei quattro indagati per la tragedia del sottopasso di via Ciulli. Il gip ha infatti accolto la richiesta dell'avvocato Olivia Nati, difensore dell'ingegner Lorenzo Frasconi, e ha chiesto al pubblico ministero di rimodulare il capo di imputazione. L'udienza è stata così rimandata al prosismo 19 novembre, mentre un'altra è già fissata per il 6 dicembre. In quella data, salvo ulteriori sorprese, si dovrebbe conoscere il destino giudiziario dei quattro indagati: Lorenzo Frasconi, dirigente del servizio Mobilità e protezione civile del Comune di Prato, Stefano Caldini, all'epoca direttore dei lavori del sottopasso per conto di Italferr, Paolo Berti, dipendente di Trenitalia e Sandro Gensini, direttore di Asm.
Nei loro confronti la procura ha ipotizzato il reato di omicidio colposo per la morte delle tre donne cinesi annegate nel sottopasso di via Ciulli nella notte fra il 4 e il 5 ottobre del 2010. Il pm LOrenzo Gestri, così, nelel scorse udienze ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti e quattro. Di diverso avviso, invece, i difensori che hanno chiesto il proscioglimento per i loro assistiti. A questo punto sembra essere più vicino ilprocesso per i quattro indagati, anche se potrebbe cambiare il profilo delle loro responsabilità. Non per l'accusa di omicidio colposo, quanto per i comportamenti omissivi attribuiti ad ognuno di loro. L'avvocato Olivia Nati ha infatti ottenuto che il capo di imputazione del suo assistito venga decurtato di tutti gli addebiti contestati al dirigente e non riferibili alle competenze del Comune. Cosa che potrebbe alleviare di molto la posizione di Frasconi. Del processo fanno parte anche i familiari delle tre donne, che si sono costituiti parte civile con l’assistenza degli avvocati Tommaso Magni e Marco Occhipinti.
 
Edizioni locali collegate:  Prato
Leggi i Dossier:  Sottopasso via Ciulli

Data della notizia:  04.11.2013 h 17:48

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier