28.01.2017 h 19:16 commenti

Terza vittoria di fila del Prato C/5 che fa uno sgarbo all'indimenticato ex Rubei

Prima del fischio d'inizio consegnata una targa celebrativa al campione romano. La gara decisa dalle reti di Balestri, Rosati e Mangione
Terza vittoria di fila del Prato C/5 che fa uno sgarbo all'indimenticato ex Rubei
Prato C/5-Capitolina Marconi 3-0
 
PRATO C/5: Perez, Fumes, Karaja, Benlamrabet, Josiko, Petri, Mangione, Balestri, Rosati, Morganti, Pini, Campagna. All. Suso.
CAPITOLINA MARCONI: Mongelli, Pio, Russo, Lauri, Biasini, Ugherani, Andreucci, Costi, Rubei, Passarelli, Becchi, Alfonso. All. Beccaccioli.
ARBITRI: Mestieri di Finale Emilia e Aricò di Bra; cronometrista Rossini di Firenze.
RETI: pt 2’17” Balestri, 9’14” Rosati; st 14’ Mangione.
 
Vittoria di sostanza per il Prato Calcio a 5, che contro la Capitolina centra il terzo successo consecutivo confermando il quarto posto in classifica. Era il grande giorno del ritorno di Andrea Rubei a Prato dopo 13 anni ed è stato emozionante, con la società biancazzurra che prima dell’inizio ha regalato al campione romano una targa celebrativa. Ovazione del palazzetto laniero per Rubei, che a Prato ha lasciato ricordi fantastici sia come uomo che come giocatore.
Quanto al match, non è stato spettacolare, ma si sapeva che sarebbe stato così. Il Prato dopo essere passato ben presto in vantaggio ha badato soprattutto a gestire la partita, sbagliando semmai qualche gol di troppo. La Capitolina però è stata nel match fino al termine, centrando tre legni e costringendo Perez ad alcuni ottimi interventi. Il successo biancazzurro comunque non fa una grinza.
In avvio è Balestri a sbloccare il risultato. Botta da fuori e doppio palo, con la palla che entra nettamente: 2’17” ed è 1-0. La Capitolina concede poco ma al 10’ si sbilancia. Sul contropiede che libera Fumes la difesa salva di un soffio in angolo, dal corner palla a Rosati che da fuori fa secco il portiere, complice la deviazione di un difensore. A 4’35” dal riposo entra Becchi portiere di movimento ed a 16’49” è lo stesso Becchi a centrare la base del palo.
Ripresa ancora meno spettacolare ma i brividi non mancano: al 3’22” botta improvvisa da fuori di Ugherani e palo pieno. Josiko fallisce una chance al 5’ poi all’11’ grosso rischio quando Balestri sbaglia il passaggio da ultimo e ci vuole un gran Perez per salvare su Rubei.
Al 14’ Perez ribatte su Ugherani poi il Prato triplica su azione di calcio d’angolo. Mangione si inserisce alla perfezione e la sua botta di prima riesce a battere Mongelli.
Entra Ugherani portiere d’attacco ma è il Prato a fallire le occasioni migliori. L’ultima emozione, a due secondi dal termine, è però la traversa di Pio sotto misura. Il match finisce col Prato in festa e coi cori dei tifosi biancazzurri che omaggiano l’eterno Rubei. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  28.01.2017 h 19:16

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.