29.11.2022 h 15:28 commenti

Tari da pagare entro venerdì ma in molte case non è arrivato l'avviso: ecco cosa fare

Alia rassicura: "C'è tempo fino a 20 giorni dopo la ricezione della bolletta". La scadenza riguarda il saldo del 2022 e quest'anno sono stati cambiati i metodi di pagamento. Protestano i consiglieri di centrodestra: "Troppo poco preavviso per famiglie e attività"
Tari da pagare entro venerdì ma in molte case non è arrivato l'avviso: ecco cosa fare
Stanno arrivando nelle case dei pratesi gli avvisi di pagamento per il saldo Tari da pagare entro il 2 dicembre, anche se in molti segnalano di non aver ancora ricevuto nulla nonostante l'approssimarsi della scadenza. E intanto, proprio su questo, i consiglieri di opposizione del centrodestra in consiglio comunale a Prato contestano l'amministrazione e Alia per il poco tempo lasciato a cittadini e commercianti.
Ma andiamo per ordine. Il saldo della tassa per i rifiuti dovrà essere pagato entro venerdì con le nuove modalità, vale a dire tramite il nuovo servizio online (QUI IL LINK), oppure con le altre modalità previste da PagoPA. Il pagamento può essere effettuato anche sul territorio in tutti gli Uffici Postali, Banca, Ricevitoria, Tabaccai, Bancomat, Supermercati (abilitati al PagoPA) in contanti, con carte o conto corrente.
Sul fatto del mancato recapito degli avvisi, Alia fa sapere di avere "inviato le bollette nei tempi utili sollecitandone a chi di dovere la consegna; nel caso in cui gli utenti non siano ancora in possesso del modello per il pagamento possono richiederlo al call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30, il sabato dalle 8.30 alle 14.30 ai numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito), 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) oppure 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile), oppure scaricando copia autonomamente attraverso lo sportello digitale www.digitari.it, che permette di visualizzare e stampare copia degli avvisi emessi. Per accedere allo sportello digitale è necessario utilizzare il proprio codice cliente, riportato nella bolletta di acconto già ricevuta".
Alia precisa, inoltre, come riportato nella terza pagina delle bollette emesse nel comune di Prato, "che gli utenti hanno sempre e comunque 20 giorni di tempo, successivi alla data di ricezione della bolletta stessa, per pagare gli importi indicati proprio per ottemperare ad eventuali condizioni di ritardata consegna degli avvisi. Nel caso in cui gli utenti siano interessati a ricevere a mezzo mail tali avvisi è sufficiente informare il gestore di igiene urbana chiamando il call center ed aggiornando la propria scheda anagrafica".
Sul poco tempo lasciato a disposizione dei cittadini per organizzarsi, invece, la minoranza di centrodestra in Consiglio attacca: "Almeno quest’anno ci saremmo aspettati una maggiore elasticità e programmazione da parte del Comune e dalle sue emanazioni - scrivono in una nota -. Invece, senza alcun riguardo, sono stati inviati gli avvisi di pagamento per la tassa sui rifiuti con poco più di una settimana di preavviso sulla scadenza. In sostanza privati, professionisti ed aziende si sono visti recapitare la Tari avendo pochissimi giorni di tempo per poter pagare senza incappare in eventuali penali ed aggravi di spesa.  Uno dei principali compiti di Alia, per conto del Comune di Prato, è quello di riscuotere la tassa sui rifiuti, ma non vi è stata né l’intelligenza né la sensibilità di formalizzare le richieste di pagamento con almeno 30 giorni di preavviso, così da consentire ai pratesi di prepararsi all’esborso economico".
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  29.11.2022 h 15:28

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.