08.07.2019 h 15:30 commenti

Taglio del nastro per un altro tratto della Seconda Tangenziale, il traffico pesante fuori dai centri abitati

Inaugurato questa mattina il lotto 3C che a breve si chiamerà via della Costituzione. E' lungo 1730 metri e collega viale dell'Unione Europea e via Provinciale pratese con Stazione di Montale e Agliana
Taglio del nastro per un altro tratto della Seconda Tangenziale, il traffico pesante fuori dai centri abitati
Da oggi i territori di Montale e Montemurlo e le zone industriali del pratese e del pistoiese sono più vicini grazie all'inaugurazione e contestuale apertura al traffico del lotto 3c della seconda tangenziale di Prato avvenuta questa mattina, 8 luglio. Lungo 1730 metri e caratterizzato da due ponti  sui corsi d'acqua Agna e Medancione, il nuovo tratto stradale collega viale dell'Unione europea con via Provinciale pratese a Stazione di Montale e Agliana. 
Il costo è di 6.400.000 suddiviso tra i Comuni di Prato, Montemurlo, Montale, Agliana, Quarrata, Province di Prato e di Pistoia e Regione Toscana. “Questi sono i momenti più belli per un amministratore pubblico perché diamo una soluzione alle necessità dei cittadini - ha dichiarato l'assessore della Regione Toscana alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – Quando un opera pubblica si conclude è anche un momento in cui si risalda la fiducia tra i cittadini e i rappresentanti delle istituzioni. L'inaugurazione di stamani è un altro tassello della Seconda tangenziale che si completa ed entra in servizio, migliorando la rete della viabilità: questo non solo significa dare una soluzione importante alla mobilità complessiva, ma anche dare una risposta alle esigenze di una zona che rappresenta uno dei cuori produttivi e propulsivi della nostra regione”.
E' stata imputata alla complessità delle opere idrauliche la lunga durata dei lavori, iniziati nell'aprile 2016 e terminati poche settimane fa. Il sindaco Matteo Biffoni ha fatto sua la proposta del collega di Montale, di intitolare la nuova strada alla Costituzione italiana, cosa che avverrà a fine estate.
 “Con questo intervento diamo una risposta importante – ha dichiarato il sindaco di Prato Matteo Biffoni - per tutto il carico pesante che collega Prato, Montemurlo e i comuni del Pistoiese; oggettivamente questo tipo di interventi ci aiutano a migliorare la qualità della vita delle zone residenziali e a rendere più facile e più puntuale la possibilita di collegarsi nelle zone industriali”.

La costruzione della Seconda Tangenziale è stata avviata nel 2005 ed è andata avanti per lotti funzionali finanziati e appaltati singolarmente - in tutto sono stati realizzati 6 km di nuove strade -  in modo da poterli aprire al traffico via via che venivano terminati. Il costo totale è di 25 milioni e 651.736 euro, con notevole risparmio rispetto alla spesa preventivata di 34.500.000 euro grazie ai ribassi d'asta. Ecco la suddivisione: Comune di Prato 7.856.643; Comune di Montemurlo 570mila euro; Comune di Montale 1.460.906; Comune di Quarrata 1.896.900; Comune di Agliana 588.148; Provincia di Pistoia 1 milione; Provincia di Prato 569.285 e Regione Toscana 11.709.852.
"Questa è una infrastruttura fondamentale per la Piana, - ha dichiarato il presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli - sulla quale la Provincia ha contribuito con un importante investimento economico e con un'attività strategica di coordinamento tra gli Enti coinvolti. È un nostro compito fondamentale quello di costruire ponti tra le amministrazioni affinché si possano realizzare arterie strategiche che facilitino i collegamenti tra i cittadini e, in questo caso, tra poli industriali".
Per l'ultimazione dell'arteria mancano solo il Lotto 4b, che collegherà viale Manzoni con viale dell’Unione Europea (1,4 milioni da finanziare), e il lotto 6B che collegherà due strade nel Comune di Montemurlo, via Di Vittorio e via Labriola, ma attraverso il territorio del Comune di Prato, anche questo da finanziare. Attuamente è stato consegnato il cantiere per realizzare il "braccetto" di collegamento tra via delle Lame a Montemurlo e via Pratese. Le opere termineranno entro settembre.
“Si tratta di un'inaugurazione molto importante che risponde alle necessità di mobilità dei nostri territori - ha dichiarato il sindaco di Montemurlo Simone Calamai - Il nuovo tratto della seconda tangenziale - anche se non ha uscite ed entrate dirette su Montemurlo ma lo attraversa per una parte del suo tracciato, consente di ottenere significativi miglioramenti alla viabilità cittadina soprattutto per quanto riguarda via Pistoiese a Oste. La nuova strada, infatti, porterà ad un alleggerimento del traffico diretto in direzione Montale -Agliana, soprattutto di quello pesante”.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato Montemurlo

Data della notizia:  08.07.2019 h 15:30

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.