06.11.2018 h 18:13 commenti

Stop al consumo di carta per tutti gli atti e le delibere del Comune

Prosegue il processo di digitalizzazione delle procedure. L'assessore Benedetta Squittieri: "Soddisfatti di questo ulteriore passo avanti nel percorso di innovazione del nostro Comune"
Stop al consumo di carta per tutti gli atti e le delibere del Comune
Il Comune di Prato compie un altro passo in avanti nella digitalizzazione delle procedure. Dal 1° novembre è iniziato il processo di dematerializzazione e digitalizzazione delle delibere di Giunta e Consiglio comunale. Primo banco di prova ieri 6 novembre durante la riunione della Giunta.
Questo procedimento permetterà all'Ente comunale di snellire i tempi e rendere più trasparenti e tracciate le procedure, per raggiungere un maggior livello di efficienza e efficacia così come imposto alle pubbliche amministrazioni. I documenti informatici o elettronici, non manipolabili, avranno il medesimo valore giuridico dei documenti che fino ad ora sono stati prodotti in formato cartaceo e saranno dotati di firma digitale che ne decreta l'ufficialità.
Oltre all'impatto positivo che l'eliminazione della carta avrà sull'ambiente e sui conti dell'amministrazione, la consultazione online - eliminando i vecchi faldoni di carta - faciliterà di fatto anche l'archiviazione e la conservazione dei documenti. Il servizio di Conservazione Sostitutiva, che equipara i documenti cartacei con quelli elettronici, ne garantirà la validità legale nel tempo.
"Siamo ovviamente molto soddisfatti di questo ulteriore passo avanti nel percorso di innovazione del nostro Comune - ha affermato l'assessore Benedetta Squittieri -. La dematerializzazione permetterà di agire sicuramente sul fronte ambientale: ormai tutte le procedure per la costruzione di un atto fino alla sua approvazione in giunta sono completamente dematerializzate senza uso di carta e senza la necessità di stamparlo. Ci permetterà inoltre una semplificazione e una più efficace organizzazione della macchina comunale dovuta anche alla minore necessità di archiviazione cartacea, e certamente una maggiore trasparenza visto che ogni atto sarà tracciato dalla sua genesi alla sua approvazione".
"Per il Comune di Prato - prosegue l'assessore - si tratta di un ulteriore passo avanti nella direzione che era già stata intrapresa con ad esempio il successo della fatturazione elettronica e delle altre procedure ormai completamente informatizzate. Si tratta di un grande lavoro per il quale vogliamo ringraziare gli uffici comunali e il segretario generale Simonetta Fedeli, per la sua definitiva approvazione."
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.11.2018 h 18:13

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.