15.02.2018 h 10:54 commenti

Spaccio, contrabbando e immigrazione: elicotteri e 150 finanzieri hanno passato al setaccio Prato

E' iniziata all'alba l'operazione "Alto impatto" coordinata dal comando regionale della guardia di finanza. Controlli in aziende e attività commerciali. Nel mirino anche i money transfer
Guarda il video della guardia di finanza in azione
Si chiama “Alto impatto” l'operazione che dalle prime ore della mattina di oggi sta impegnando 150 finanzieri in tutta la provincia di Prato per una serie di controlli finalizzati al contrasto del contrabbando, della contraffazione, dell'immigrazione clandestina, del lavoro a nero e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Il servizio, che impiega anche un elicottero e unità cinofile, è coordinato dal comando regionale. Obiettivo del maxicontrollo su tutto il territorio è il contrasto all'illegalità anche di tipo economico con una attività mirata ai money transfer. L'intervento dei finanzieri, che ancora in queste ore stanno operando e il cui lavoro si concluderà in tarda serata, è concentrato in particolare nella zona del Macrolotto 0 dove è massiccio l'insediamento e il radicamento della comunità cinese.
Dall'inizio del 2017 ad oggi i controlli della guardia di finanza hanno consentito di recuperare 140 milioni di base imponibile sottratta alla tassazione di intercettare 40 milioni di Iva evasa. 83 gli evasori totali scoperti, tutti cinesi. Le indagini patrimoniali, alcune delle quali a carico delle consorterie del crimine organizzato, hanno riguardato 187 persone e società collegate: complessivamente sono stati sequestrati beni mobili e immobili per tre milioni, mentre su altri sette è in corso l'attività di recupero.
Sul fronte degli interventi anticontraffazione e contro l'abusivismo commerciale, 183 le persone denunciate a cui sono stati sequestrati in tutto un milione 400mila articoli, in larga parte capi di abbigliamento, borse e piccola pelletteria con marchi falsificati, e un milione 300mila articoli ritenuti non sicuri e per questo ritirati dal mercato.
Tre milioni di metri lineari di tessuto sequestrati nel corso dei controlli nelle aziende cinesi. La guardia di finanza ha controllato 19 capannoni, sequestrandone sei insieme a 158 macchinari da lavoro. In questo ambito sono stati scoperti 58 lavoratori in nero o clandestini. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  15.02.2018 h 10:54

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.