13.07.2018 h 12:54 commenti

Spacciatore si fa beffe dei provvedimenti del Tribunale: arrestato e portato alla Dogaia

Inizialmente sottoposto all'obbligo di firma, poi diventato divieto di dimora a causa delle violazioni. Alla fine, visto che non rispettava nemmeno questo, è stata decisa la custodia in carcere
Spacciatore si fa beffe dei provvedimenti del Tribunale: arrestato e portato alla Dogaia
 Dai e dai, alla fine è riuscito a farsi portare in carcere. I carabinieri della Tenenza di Montemurlo hanno arrestato, ieri 12 luglio, uno spacciatore marocchino di 33 anni, dando esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale.
Il pusher, clandestino, era stato inizialmente sottoposto alla misura dell’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria, tramutata a seguito di reiterate violazioni nel divieto di dimora. Anche questa misura, però, si è rivelata inadeguata, visto che l'uomo è stato più volte trovato all'interno del territorio pratese. I carabinieri hanno quindi segnalato le violazioni alla magistratura, che ha deciso di inasprire ulteriormente la misura con la detenzione in carcere.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.07.2018 h 12:54

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.