17.04.2018 h 13:22 commenti

Spacciatore arrestato dalla polizia municipale: aveva ingoiato 35 ovuli di eroina

L'uomo è stato fermato in via Becagli dove è stato visto cedere una dose ad un cliente. Alla vista degli agenti ha ingerito il resto dello stupefacente
Spacciatore arrestato dalla polizia municipale: aveva ingoiato 35 ovuli di eroina
Arrestate due persone per spaccio e identificato un pregiudicato per furto: è questo il risultato di una vasta operazione effettuata di negli ultimi due giorni sul territorio da parte della polizia municipale, condotta dal personale dell’Unità Investigativa e del Nucleo Sicurezza Urbana.
Nella mattinata di ieri 16 aprile gli agenti del Nucleo Sicurezza Urbana, che operano a stretto contatto con l’Unità Cinofila antidroga, hanno effettuato una ricognizione nella zona di via Pistoiese dove, nei pressi di via Becagli hanno potuto assistere inosservati alla cessione di una dose di sostanza stupefacente da parte di un uomo nigeriano ad un cittadino cinese. Prontamente intervenuti sull’attività di spaccio gli agenti in borghese hanno bloccato i due, non potendo però evitare che lo spacciatore ingerisse vari ovuli contenenti la sostanza. Portati al Comando i due sono stati identificati mediante foto segnalamento; il cittadino cinese, 41 anni, è risultato già condannato in passato per ripetuti episodi di furto.
Lo spacciatore, portato all’ospedale Santo Stefano per eseguire i necessari esami è risultato aver ingerito numerosi ovuli. Nella serata è stato poi trasferito sotto la custodia degli agenti di piazza Macelli in una apposita stanza protetta presso l’ospedale San Jacopo di Pistoia, in quanto quella a disposizione presso il Santo Stefano di Prato era già occupata. Nella mattinata odierna tramite il drug test è stato appurato che l'uomo aveva ingerito  35 ovuli contenenti complessivamente 33 grammi di eroina. L’uomo, è al momento in stato di arresto in cella di sicurezza della Municipale, in attesa dell’udienza di convalida, fissata per la mattinata di domani, mercoledì 18 aprile.
Nel pomeriggio di ieri, inoltre, gli agenti della squadra Investigativa in coordinamento con i Motociclisti hanno in parallelo rintracciato un cittadino marocchino di 28 anni, clandestino, presente sul territorio italiano dal 2011, con numerosi precedenti penali e un mandato di cattura, avendo da scontare una condanna a circa 2 anni di carcere. L’uomo è stato fermato in via Traversa del Crocifisso a bordo di un veicolo  ed era stato attenzionato dagli agenti di piazza Macelli perché conosciuto come frequentatore degli ambienti dello spaccio pratese. Al momento del controllo è emerso che per lui era stato spiccato dal Tribunale di Prato un mandato di cattura per la pena da scontare per droga nel 2014, quando fu arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Prato. Per lui si sono quindi aperte le porte del carcere della Dogaia.
"Questi risultati dimostrano l'alto livello degli interventi della polizia municipale, che voglio ringraziare ancora una volta per l'alta professionalità e per il costante impegno - ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni -. E' importante che il controllo del territorio sia costante e continuo e, per quanto di competenza, la Municipale sta facendo egregiamente la propria parte con sforzi importanti".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  17.04.2018 h 13:22

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.