16.01.2019 h 14:41 commenti

Si avvicina il picco dell'influenza, pronto soccorso già preso d'assalto e l'Asl attiva il piano straordinario

Negli ultimi giorni è stato registrato un incremento degli accessi soprattutto per pazienti con complicanze respiratorie, anziani e malati cronici
Si avvicina il picco dell'influenza, pronto soccorso già preso d'assalto e l'Asl attiva il piano straordinario
"La sindrome influenzale inizia a farsi sentire e, in particolare, negli ultimi giorni, è stato registrato un incremento degli accessi ai nove pronto soccorso dell’Asl Toscana centro”. Lo rende noto il direttore del dipartimento emergenza e urgenza e area critica dell’Azienda, dottor Simone Magazzini, responsabile anche del pronto soccorso di Prato. 
Gli accessi riguardano soprattutto pazienti con complicanze respiratorie, anziani e malati cronici e, dal momento che anche il fabbisogno dei posti letto è aumentato è stata rimodulata l’organizzazione negli ospedali attivando il piano previsto per l’iperafflusso. “Lo abbiamo attivato anche in previsione del picco influenzale atteso per le prossime settimane – spiega Magazzini - per gestire al meglio sia gli accessi che i ricoveri”.
Ogni giorno, gli accessi al pronto soccorso sono monitorati per poter mettere in atto tempestivamente, in presenza di un incremento straordinario di accessi, il piano aziendale complessivo che prevede una serie di interventi progressivi dall’aumento del personale con team aggiuntivi dedicati all’assistenza dei pazienti, all’incremento di posti letto “flessibili” per garantire il ricovero, fino al potenziamento dei percorsi di fast track –prenotazioni urgenti- per gestire rapidamente visite specialistiche ed indagini diagnostiche e dimissioni dai reparti sette giorni su sette. 
L’Asl invita comunque i cittadini a fare ricorso alle strutture di emergenza e urgenza  solo per le situazioni cliniche più impegnative e per i sintomi riconducibili alla sindrome influenzale di rivolgersi ai servizi territoriali.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.01.2019 h 14:41

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.