06.12.2017 h 16:51 commenti

Sgarbi show in città, visita a sorpresa al Pretorio e al Duomo: "Prato non sarà mai capitale della cultura"

Giunto ieri sera per la presentazione del libro del pittore Martinelli, il noto critico d'arte è rimasto in città per vedere la mostra sulla Cintola: "E' intelligente e bellissima". Nel corso della visita la chiamata di Gianna Nannini
Sgarbi show in città, visita a sorpresa al Pretorio e al Duomo: "Prato non sarà mai capitale della cultura"
Vittorio Sgarbi benedice la mostra "Legati da una cintola". Giunto in città ieri sera per la presentazione del libro del pittore pratese Andrea Martinelli, il noto critico d'arte ha deciso di prolungare la trasferta pratese per visitare oggi, 6 dicembre, la mostra allestita a Palazzo Pretorio fino al 25 febbraio. E la raccolta di dipinti, sculture e codici miniati sulla Cintola è piaciuta così tanto a Sgarbi che ha chiesto e ottenuto di poter visitare anche la cappella in Duomo dove è custodita la reliquia mariana. A fare gli onori di casa è stato l'assessore alla Cultura, Simone Mangani che lo ha accompagnato sin sopra la terrazza panoramica del museo Civico dove Sgarbi si è intrattenuto con i giornalisti: "Una mostra intelligente e bellissima, sono felice di averla vista. E' un mito così bello e così straordinario il legame tra questa umile e alta più che creatura che è la Vergine e la città che possiede la sua reliquia. Quindi voi avete il più diretto contatto con Dio e anche questi comunisti atei di Prato devono fare un atto di fede su questo".  Due ore intense di studio delle opere ma anche di battute e imprevisti. Come quello della telefonata di Gianna Nannini che lo ha invitato al suo concerto questa sera al Mandela Forum: "Arriverò verso le 22. - ha risposto il critico alla cantante - Ma cosa c'entra Mandela con Firenze? Casomai chiamatelo Renzi Forum". 
Con l'occasione Sgarbi ha commentato anche la decisione di Prato di candidarsi a capitale italiana della Cultura per il 2020 ritenendola inutile per i criteri di scelta della commissione giudicata inadeguata e per la vicinanza con l'attuale capitale: "Che Prato possa vincere dopo che ha vinto Pistoia è intuitivo che non possa accadere per continuità territoriale, che possa vincere per merito è impossibile perchè il merito non è scelto dalla commissione. Quindi concorrere è inutile rispetto alla vittoria è anche un pò umiliante. Quando diranno "ha perso" sputtaneranno l'amministrazione comunale. Fossi in voi mi defilerei. Scommetto 500 euro che non vincerà. Mettiamola così: io sono convinto che Riina non sia in paradiso, ma se lo fosse allora Prato vincerà". Spesso, nel corso della visita, Sgarbi ha lanciato scherzose frecciate all'ex sindaco Cenni e alla commissione tecnica esaminatrice sulla sua mancata nomina a direttore del Centro Pecci che evidentemente è ancora una ferita aperta: "Sono stato gravemente offeso da questa città  ma mi piace così tanto che torno sempre. Se divento ministro la faccio capitale della cultura". 
E.B. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.12.2017 h 16:51

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.