10.05.2022 h 10:22 commenti

Sessantamila esemplari di trota mediterranea nei corsi d'acqua dell'area pratese

L'immissione della fauna ittica è stata possibile dopo l'autorizzazione della Regione Toscana. L'operazione è stata condotta dalla polizia provinciale con la collaborazione delle associazioni dei pescatori
Sessantamila esemplari di trota mediterranea nei corsi d'acqua dell'area pratese
Sessantamila giovani trote mediterranee sono state liberate nel Bisenzio, nel rio Meo, nel torrente Fiumenta, nel torrente Torbola, fosso di Maciano, torrente Carigiola, rio Maggiore, torrente Fiumicello, rio Allese, rio Cambiaticcio, rio Fornelli, fosso di Bronia e torrente Bagnolo. L'immissione degli 'avannotti' – così si chiamano gli esemplari giovani – è stata fatta nei giorni scorsi dalla polizia provinciale di Prato insieme alle guardie volontarie ittiche delle associazioni dei pescatori e con la collaborazione dei pescatori stessi.
In seguito all'autorizzazione della Regione Toscana circa l'immissione di fauna ittica, la polizia provinciale ha provveduto a prelevare le giovani trote da un impianto ittico in provincia di Arezzo.
L'immissione di fauna ittica è sempre un'attività delicata per gli equilibri biologici e ha bisogno di studi preventivi e qualificati ed è questo il motivo dell'autorizzazione rilasciata dal Servizio caccia e pesca della Regione.
 

Data della notizia:  10.05.2022 h 10:22

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.