12.12.2016 h 10:10 commenti

Scoperta maxi discarica abusiva, sequestrato terreno in via Pistoiese

All'interno di un terreno di 2000 metri quadri prevalentemente a destinazione seminativo-arboreo, completamente recintato, è stata trovata un’attività illecita di gestione rifiuti pericolosi in assenza di qualsiasi autorizzazione e con modalità totalmente illegali.
Scoperta maxi discarica abusiva, sequestrato terreno in via Pistoiese
Sequestrata una discarica abusiva in via Pistoiese e denunciato alla Procura della repubblica il gestore, un cittadino extracomunitario, per gestione abusiva dei rifiuti, per cambio di destinazione d'uso dei terreni e per nuove costruzioni in assenza di permesso di costruzione. Questo l’epilogo dell’ indagine condotta polizia provinciale di Prato e durata diversi mesi con verifiche, appostamenti ed accertamenti.

L'intervento, effettuato nei giorni scorsi, in collaborazione con la polizia municipale di Prato-Nucleo Edilizia, l'ARPAT e la squadra amministrativa della Questura di Prato, ha permesso di verificare che all'interno di un terreno di circa 2000 metri quadri prevalentemente a destinazione seminativo-arboreo, completamente recintato, si stava svolgendo un’ attività illecita di gestione rifiuti pericolosi e non in assenza di qualsiasi autorizzazione e con modalità totalmente illegali.
Sull'intera area, priva di pavimentazione e di adeguata impermeabilizzazione, sono stati trovati numerosi frigoriferi e congelatori dismessi di varia tipologia e misura, forni elettrici e televisori a tubo catodico, batterie di auto e camion, parti di motori, indumenti, piccoli elettrodomestici, giocattoli anche muniti di batterie, biciclette, apparecchi audio e stereo, ventilatori elettrici condizionatori e refrigeratori, computer e monitor, stampanti, lavatrici, lavastoviglie, cucine elettriche e a gas, mobilia, pneumatici fuori uso per auto e camion, e 41 macchine abbandonate. Le analisi di Arpat sul terreno hanno rilevato evidenti tracce di idrocarburi e oli minerali sversati segno inequivocabile di operazioni di smontaggio di componenti meccanici di veicoli ed altre attrezzature inoltre sono state trovate anche 7 bombole Gpl, immediatamente rimosse, alcuni depositi con tettoie e servizio igienico con cementificazione del suolo, costruite abusivamente.

“Ancora un importante intervento - commenta Michele Pellegrini comandante della polizia provinciale - che testimonia il costante controllo di tutto il territorio provinciale, di specifico personale che interviene a tutela dell'ambiente e della salute pubblica e la dedizione con cui gli addetti del Corpo operano quotidianamente nell'attività che svolgono”.
La polizia provinciale ricorda la propria disponibilità a fornire informazioni e ricevere richieste e/o segnalazioni attraverso il numero di telefono di pronto intervento 337-317977.

 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.12.2016 h 10:10

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.