09.07.2019 h 13:41 commenti

Scontri polizia manifestanti, indagato il leader dei Si Cobas. Accertamenti anche sul comportamento degli agenti

Sono una ventina le denunce a carico di Luca Toscano presentate dalla questura in seguito alle manifestazioni delle ultime settimane
Scontri polizia manifestanti, indagato il leader dei Si Cobas. Accertamenti anche sul comportamento degli agenti
Il responsabile di Si Cobas, Luca Toscano, è indagato per resistenza e lesioni. La Procura di Prato ha aperto un fascicolo a suo carico dove sono confluite le venti denunce che il leader sindacale ha collezionato nelle ultime settimane di scontri con la polizia davanti alle tintorie Fada e Superlativa, alla stamperia Rosso, al gruccificio Gruccia Creation e poche ore fa nuovamente al Panificio Toscano. La Procura indaga, al tempo stesso, anche sull'operatore della polizia, per capire se ci sono stati eccessi.
Ormai è cronaca di tutti i giorni. Lavoratori e esponenti sindacali scendono in strada per protestare contro condizioni di lavoro non degne di un paese civile o per chiedere l'applicazione corretta del contratto e finiscono per scontrarsi con i poliziotti chiamati in forze dalla questura a riportare l'ordine. 
Spesso il bilancio vede feriti da entrambe le parti con tanto di referto del pronto soccorso, ma Si Cobas raramente denuncia. Cosa che invece fa puntualmente la polizia. Ieri un lavoratore ha riportato ferite da manganello guaribili in 8 giorni, ma ancora non è stata formalizzata denuncia contro la polizia. Proprio ieri Toscano ha dichiarato pubblicamente che la questura "è fuori controllo e che questo dovrebbe far preoccupare sullo stato della democrazia in questa città". Accuse pesanti che hanno fatto scattare l'intervento del Partito democratico di Prato che ha chiesto al prefetto un incontro chiarificatore urgente sull'uso della forza pubblica durante i presidi sindacali che "devono avvenire nelle regole e senza nessuna forma di violenza gratuita", ha dichiarato il segretario provinciale Gabriele Bosi.  
Una situazione complessa su cui è chiamata a far chiarezza la Procura di Prato che nelle prossime ore potrebbe sentire lo stesso Toscano che intanto prosegue la sua battaglia al Panificio Toscano per l'applicazione del contratto industriale, anzichè artigianale. Nel pomeriggio i lavoratori iscritti a Si Cobas si riuniranno in assemblea per decidere se andare avanti con lo sciopero e le prossime forme di protesta. Un nuovo presidio è stato fatto ancora di nuovo alla Coop di via Valentini.
E.B.

 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.07.2019 h 13:41

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.