10.05.2017 h 15:18 commenti

Sciopero della fame a staffetta contro la riapertura degli Opg, oggi tappa a Prato

L'avvocato Gabriele Terranova ha aderito alla campagna "Io digiuno" per protestare contro il ritorno degli Ospedali psichiatrici giudiziari sotto mentite spoglie. Nel disegno di legge sulla giustizia c'è una norma che prevede il ricovero di detenuti con patologie psichiatriche nelle Residenze per le misure di sicurezza. "No alla trasformazione di queste strutture in nuovi Opg"
Sciopero della fame a staffetta contro la riapertura degli Opg, oggi tappa a Prato
La staffetta del digiuno contro la norma inserita nel disegno di legge sulla giustizia che prevede di trasformare, di fatto, le Residenze per le misure di sicurezza (Rems) in Ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), ha fatto tappa oggi, mercoledì 10 maggio, a Prato con l'adesione dell'avvocato Gabriele Terranova in sciopero della fame per ventiquattro ore. Numerose le associazioni, organizzazioni e cooperative, magistrati e avvocati, medici, sindacalisti, politici e figure istituzionali che hanno dato vita all'iniziativa nazionale "Io digiuno, stop Opg" cominciata il 12 aprile scorso per evitare che le Rems diventino luogo di detenzione per soggetti con patologie psichiatriche insorte prima o dopo la condanna. “Se la norma dovesse passare – il commento dell'avvocato Terranova – le strutture verrebbero snaturate e ulteriormente caricate di situazioni delicate perché alle persone giudicate incapaci di intendere e volere o ritenute socialmente pericolose, se ne aggiungerebbero altre che, nelle Rems, per come sono state pensate e organizzate, non troverebbero le cure adeguate e necessarie”. Una sola Rems in Toscana, a Volterra, con appena venti posti. “Occorre investire per rendere decenti i reparti psichiatrici delle carceri – continua Gabriele Terranova – e strutturare progetti terapeutici riabilitativi in grado di dare risposte e soluzioni ai detenuti affetti da patologie psichiatriche”. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.05.2017 h 15:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.