24.07.2015 h 19:46 commenti

Sanità, visita del consigliere regionale Quartini (M5S) al Santo Stefano. Ecco la sua proposta perchè il caso Narnali non si ripeta

Quella di stamani del consigliere penta stellato è la prima tappa del tour nei nuovi ospedali toscani. Dopo il sopralluogo al Santo Stefano, Quartini ha fatto visita alla rsa di Narnali dopo l'inchiesta sui maltrattamenti agli anziani
Sanità, visita del consigliere regionale Quartini (M5S) al Santo Stefano. Ecco la sua proposta perchè il caso Narnali non si ripeta
E' cominciata, stamani venerdì 24 luglio, dal Santo Stefano di Prato il tour tra i nuovi ospedali toscani di Andrea Quartini, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, membro della commissione Sanità. E' stata ottima l'impressione avuta sul fronte del personale ma non può dire altrettanto dell'organizzazione dell'ospedale secondo il modello per intensità di cura in assenza di strutture territoriali adeguati. Il pronto soccorso scoppia e Quartini l'ha verificato anche stamani constantando anche la chiusura di alcuni reparti per le ferie del personale come Medicina al terzo piano e la Chirurgia - degenza. "E' grazie al personale sanitario che la sanità funziona ancora. Li dobbiamo ringraziare per la devozione che dimostrano al loro lavoro – afferma Quartini – oggi però abbiamo avuto un'altra prova che la scelta della Regione di applicare il modello per intensità di cura è stata sciagurata. Al pronto soccorso ci sono sovraffollamento e persone sulle barelle per ore nei corridoi. Situazione che peggiora nel fine settimana. E' necessario tornare al modello dipartimentale come hanno fatto Canada e Australia". Non appena avrà terminato la visita ai quattro nuovi ospedali toscani e avrà dati e documenti su ricoveri e attività, il consigliere regionale pentastellato presenterà un'interrogazione che riguarderà anche la costosissima partita del project financing, attraverso il quale sono stati realizzati i nuovi nosocomi, e dei parcheggi a pagamento: "Non ci piace quella condizione posta dal gestore privato in base alla quale nel raggio di 400 metri non possono esserci aree di sosta comunali – spiega Quartini – è inaccettabile che chi viene all'ospedale a fare una visita o a trovare un proprio caro debba pagare tutti questi soldi".
Dopo il Santo Stefano, Quartini ha visitato la rsa di Narnali al centro dell'inchiesta sui maltrattamenti agli anziani. Ecco la sua proposta affinchè non si ripetano situazioni del genere: "Inserire un medico geriatra e un assistente sociale in rsa. Questo permetterebbe più controlli sui pazienti e anche sul personale. E' una proposta che abbiamo già presentato e che potrà essere discussa in commissione già dalla prossima settimana"
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  24.07.2015 h 19:46

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale