08.03.2019 h 17:27 commenti

Sanità, raffica di assunzioni al Santo Stefano: entro l'anno 48 nuovi dipendenti tra medici e personale sanitario

Il piano presentato dall'Asl per garantire una continuità assistenziale a fronte della fase di pensionamento con l’entrata in vigore della quota 100. Contestualmente il personale sanitario che svolge compiti amministrativi sarà ricollocato
Sanità, raffica di assunzioni al Santo Stefano: entro l'anno 48 nuovi dipendenti tra medici e personale sanitario
Sono 48 le nuove assunzioni, tra personale di comparto e dirigenti medici, previste dall’Azienda Asl entro l’anno nel presidio ospedaliero Santo Stefano per garantire una continuità assistenziale a fronte della fase di pensionamento con l’entrata in vigore della quota 100. Contestualmente il personale sanitario che svolge compiti amministrativi sarà ricollocato.
“Queste ulteriori nuove assunzioni sono tutte finalizzate a potenziare l’assistenza sanitaria nel presidio ospedaliero pratese - è il commento dell'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi – e dimostrano che non intendiamo ridurre il personale, ma garantire i servizi e il turn over, pur nell'ambito dei ristretti limiti di legge. In aggiunta l’Azienda Sanitaria ricollocherà anche il personale sanitario che svolge ruoli amministrativi, così da disporre di ulteriori risorse per le cure e l’assistenza ai pazienti”.
L'Asl risponde in questo modo alle preoccupazioni espresse dal sindacato Cgil e dal consigliere regionale Nicola Ciolini.
Ventidue saranno i nuovi assunti relativamente al personale di comparto che sostituiranno il personale in uscita nei diversi incarichi assegnati. Di questi, 14 sono infermieri, 4 Oss, 2 ostetriche, 1 fisioterapista, 1 assistente sociale.
E’ stato inoltre avviato il percorso contrattuale di ricollocazione del personale sanitario attualmente assegnato a funzioni amministrative. Gli operatori che al termine delle procedure saranno stabilmente assegnati a funzioni amministrative verranno totalmente sostituiti con un apposito piano occupazionale.
In vista della sostituzione di personale in uscita relativamente alla dirigenza medica, l’Azienda prevede 26 nuove assunzioni per non gravare sui carichi di lavoro e garantire qualità delle prestazioni. I 26 neo assunti dirigenti medici saranno destinati a diversi dipartimenti specialistici dell’ospedale Santo Stefano. Per quanto riguarda le specialistiche mediche saranno assunti: un dirigente medico in nefrologia, due in neurologia, due in geriatria.
Nel dipartimento chirurgico saranno effettuate tre nuove assunzioni in chirurgia ed una in ortopedia, mentre nel dipartimento emergenza urgenza, cinque in anestesia e altrettante in pronto soccorso. E ancora nel dipartimento materno infantile un nuovo assunto in pediatria ed uno in ginecologia. Infine nel dipartimento di diagnostica per immagini due nuovi specialisti in radiodiagnostica e tre nuovi specialisti ambulatoriali, con contratto ad hoc, per quanto riguarda il dipartimento di salute mentale.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  08.03.2019 h 17:27

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.