10.04.2018 h 12:12 commenti

Ritrovato il tandem rubato a Edoardo, la consegna alla festa della polizia

Lieto fine per la triste vicenda del furto della bici del 14enne affetto da autismo. Due romeni l'hanno portata alla Stradale. La manifestazione di sabato non sarà più "tutti per Edoardo ma Edoardo per tutti". Con i fondi raccolti partirà il progetto Gazebo blu per il prestito di biciclette speciali
Guarda l'intervista ai genitori di Edoardo
Si conclude nel migliore dei modi la triste vicenda del tandem hugbike rubato a Edoardo, 14 anni affetto da autismo (LEGGI). La bicicletta speciale, rubata dal garage di casa a Pasqua, è stata ritrovata stamani, 10 aprile. Sono stati due romeni a portarla alla polizia stradale che ha poi provveduto a restituirla alla famiglia. In particolare il tandem sarebbe stato venduto a uno dei due romeni da uno sconosciuto  italiano per la cifra di 250 euro. L'uomo voleva spedirla nel suo paese in Romania quando è stato fermato dall'amico connazionale che l'ha riconosciuta come quella pubblicata sulla stampa e sul web e lo ha convinto a rivolgersi alla Stradale. Sono in corso le indagini per rintracciare il ladro del tandem. 
La consegna ai genitori del ragazzo è avvenuta oggi al termine della festa della Polizia di Prato, ospitata al Pecci. Termina con un lieto vita una storia che aveva toccato il cuore dei pratesi e non solo. Il padre, visibilmente commosso, vuole dare un seguito all'affetto e alla vicinanza dimostrate dalla città e dalle sue istituzioni sin da subito. "Lo slogan era "tutti per Edoardo", ora sarà "Edoardo per tutti". 

Infatti dal 2 aprile, giorno in cui è stato rubato il tandem, è iniziata una gara di solidarietà, non solo a Prato, per ricomprare la speciale bicicletta, l'unica utilizzabile da un bambino affetto da autismo. Ora i soldi raccolti saranno devoluti ad un altro progetto che coinvolge le persone autistiche. “In questa settimana – spiega Umberto padre di Edoardo – nostro figlio è stato al centro delle attenzioni di tutti, ora voglio capovolgere la situazione e così stiamo pensando di comprare lo stesso nuove bici, tre ci sono già state promosse, per metterle a disposizione di altre persone affette da autismo. Mi piacerebbe che Edoardo diventasse il testimonial di una campagna di sensibilizzazione verso questa malattia”. L’idea è un chiosco blu, colore dell’ autismo, dove mettere a disposizione i tandem, compreso quello di Edoardo, per ora sono già state promesse tre bici, una acquistata con i fondi raccolti dalla Confraternita delle Bombette del Dagomari". 
Ci contraddistinguiamo per lo spirito goliardico e la spensieratezza – ha spiegato il presidente Alessandro Santi – ma anche per la solidarietà. I nostri ragazzi nel fine settimana hanno organizzato una colletta nel centro storico, mentre gli adulti si sono autotassati”.
A favore di Edoardo si è mossa anche l’associazione ASD Prato Promozione che ha organizzato per sabato 14 aprile la manifestazione # Iostoconedo una passeggiata per le vie del centro storico che terminerà con un flash mob . Il ritrovo è alle 17 in piazza del Duomo, si può partecipare con qualsiasi mezzo ma è necessario avere qualcosa di blu. “A tutti i partecipanti – ha spiegato Vezio Trifoni – consegneremo un braccialetto bianco e blu, colori che uniscono quello dell’autismo e di Prato, alla fine della giornata verranno liberati in cielo tantissimi palloncini blu”.
L’amministrazione comunale ha concesso il patrocinio alla manifestazione: “ I riflettori – ha spiegato la presidente del Consiglio comunale Ilaria Santi – devo rimanere accessi anche dopo che i tandem è stato ritrovato. Stiamo lavorando per avere una città in blu, fruibile anche dalle persone affette da autismo”.


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.04.2018 h 12:12

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.