28.10.2021 h 14:38 commenti

Rischio infiltrazioni, interdittiva antimafia per due aziende edili pratesi

Il provvedimento è stato adottato dalla Prefettura che non ha voluto rivelare il nome delle imprese. La decisione è legata al loro coinvolgimento in inchieste giudiziarie sullo smaltimento illecito dei rifiuti e sul riciclaggio
Rischio infiltrazioni, interdittiva antimafia per due aziende edili pratesi
Sono due le interdittive antimafia emesse dalla Prefettura di Prato nei confronti di altrettante aziende del territorio a conduzione italiana e che operano nel campo dell'edilizia. La prefettura non ha voluto dare i nomi delle imprese colpite dal provvedimento, ma ha specificato che la decisione è legata al loro coinvolgimento in inchieste giudiziarie sullo smaltimento illecito dei rifiuti e sul riciclaggio. L'interdittiva impedirà a entrambe le aziende di lavorare con la pubblica amministrazione. E' un atto a scopo preventivo per tutelare l'economia cittadina. Una delle due ha in corso appalti con il Comune di Prato che in queste ore sta decidendo il da farsi sulla base dei pareri Anac e della giurisprudenza. E' probabile che si vada verso una sospensione a cui potrebbe seguire la revoca degli appalti. 
Con questi due provvedimenti, sale a quattro il numero di interdittive emesse dalla Prefettura di Prato nei confronti delle aziende del territorio a rischio infiltrazioni. Tra queste c'è quella che ha colpito Texprint ma che è stata revocata recentemente in seguito all'assoluzione di un dipendente della stamperia a conduzione cinese dall'accusa di aver ripulito in Cina denaro sporco proveniente dalla cosche calabresi. Dunque le misure amministrative attualmente in piedi sono tre. Texprint era l'unica del comparto tessile. 
(e.b.)
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  28.10.2021 h 14:38

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.