11.11.2021 h 17:37 commenti

Riqualificazione Macrolotto Zero, Betti (Centrodestra) e Maioriello (M5S): "Solo costosi contenitori"

I Cinque stelle hanno presentato un'interrogazione per capire dal sindaco il perché "questo progetto non riesca a decollare". Il Centrodestra non risparmia critiche anche alla scelta di inserire Prisma nella Medialibrary
Riqualificazione Macrolotto Zero, Betti (Centrodestra) e Maioriello (M5S): "Solo costosi contenitori"
Sugli ostacoli che sta registrando il Piu, il progetto di riqualificazione del Macrolotto Zero, l'opposizione si scatena. Intervengono sia il gruppo del Centrodestra attraverso la consigliera comunale Eva Betti che il capogruppo del Movimento 5 Stelle Carmine Maioriello che sul tema annuncia un'interrogazione. "Il sindaco - afferma Maioriello - venga a spiegare il motivo per cui, nonostante i milioni di euro di soldi pubblici spesi, 8 milioni di cui 6 stanziati dalla Regione, questo progetto non riesce ancora a decollare. Il Pd riconosca, inoltre, che il tanto atteso intervento di riqualificazione ancora non ha dato i risultati previsti. Noi continuiamo a ribadire anche le nostre perplessità sulla sostenibilità dei costi di gestione di questa struttura che l'amministrazione ha caparbiamente voluto portare avanti. Ci troviamo ancora ad una volta in presenza di un investimento faraonico che rischia di fallire gli obiettivi inizialmente sbandierati". 
Rincara la dose l'esponente del gruppo Centrodestra, Eva Betti: "Dopo la conclusione, lo scorso 15 ottobre, con due mesi e mezzo di anticipo della sperimentazione di Terra di Prato al Mercato coperto di via Giordano, apprendiamo che il bando di gara relativo a “La Fabbrica dell’aria” per questa struttura è andato deserto. Con la trattativa privata il Comune dovrà mettere sul piatto ulteriori risorse pubbliche. Non possiamo per cui esimerci da alcune riflessioni. In primo luogo ci duole constatare quanto sia stata infelice la collocazione del mercato in quella zona della città. Come dimostrato dai risultati pressoché fallimentari, l’insediamento individuato dal Comune non è stato funzionale ad espletare lo scopo progettato utile a valorizzare le specialità artigianali ed agricole del territorio ed il mercato della filiera corta. Per correre letteralmente ai ripari l’amministrazione ha pensato bene di indire un bando per realizzare “La Fabbrica dell’Aria”, il miglior autoritratto possibile delle giunte targate Biffoni. Non resta - prosegue Betti - che constatare tristemente come questa amministrazione, nonostante i ridondanti comunicati stampa e annunci pubblici non sia in grado di dare contenuti concreti alla città, ma che piuttosto preferisca dar luce a costosi contenitori".
L'ultima stilettata riguarda la recente scelta dell'amministrazione comunale di fare della Medialibrary in costruzione nell'ex Pieri, tra via Filzi e via e via Pistoiese, una delle sedi di Prisma: "Toglierà spazio agli studenti. La città abbia memoria dell’l’ultima volta che il Pd ha voluto creare un incubatore per le aziende del territorio dando vita al Creaf, sappiamo tutti come è finita e chi ne ha pagato le spese".
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  11.11.2021 h 17:37

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.