12.10.2019 h 09:28 commenti

Rinchiuso in carcere il bagnino che abusò di una bambina pratese al villaggio turistico

La Cassazione ha reso definitiva la condanna a quattro anni inflitta all'uomo che, durante il processo, aveva ammesso le sue responsabilità. Le violenze durante il corso di nuoto che la piccola frequentava nell'estate del 2016 nella struttura della Val di Cornia
Rinchiuso in carcere il bagnino che abusò di una bambina pratese al villaggio turistico
E' stato portato dai carabinieri in carcere, dove resterà fino all'aprile 2021, il bagnino fiorentino, ma da tempo residente a Piombino, condannato in via definitiva per aver abusato di una bambina pratese di 8 anni. I fatti risalgono al 2016 ma proprio nei giorni scorsi la Cassazione ha messo la parola fine sulla vicenda giudiziaria, confermando la condanna dell'uomo a 4 anni di reclusione, parte dei quali già scontati (sia in carcere sia ai domiciliari) nelle fasi preliminari dell'inchiesta.
I fatti erano avvenuti nell’estate del 2016, quando i genitori della bambina avevano iscritto la loro figlia al corso di nuoto organizzato in un villaggio turistico della Val di Cornia dove stavano trascorrendo le vacanze. Proprio qui sono avvenuti gli abusi sessuali da parte dell'uomo, che lavorava come bagnino. Lui stesso, nel corso del processo, aveva ammesso gli abusi, consegnando un memoriale ai giudici.
Condannato in primo grado a 6 anni, la pena er stata poi ridotta a 4 in Appello e ora la Cassazione l'ha resa definitiva. I carabinieri, ieri mattina 11 ottobre, hanno quindi prelevato l'uomo dalla sua casa per portarlo nel carcere di LIvorno.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.10.2019 h 09:28

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.