25.02.2021 h 17:03 commenti

“Riaprire tutto”, flash mob delle associazioni di categoria

Lunedì 1 marzo i commercianti di Confesercenti e Confcommercio, formeranno una catena umana silenziosa e immobile da piazza del Comune alla prefettura per chiedere la ripresa di tutte le attività, Ristori calcolati sul mancato fatturato e l'azzeramento delle tasse per il 2021
“Riaprire tutto”, flash mob delle associazioni di categoria
#salviamoleimprese, dietro ad un hasthag un flash mob e soprattutto il disagio degli commercianti di Confcommercio e Confesercenti che lunedì 1 marzo scenderanno in piazza per chiedere al governo la riapertura immediata di tutte le attività ancora chiuse o parzialmente aperte e regole chiare e uguali per tutti.
“Tutti i commercianti , indipendentemente dal settore in cui operano – spiega Tommaso Gei, presidente Fipe-Confcommercio - fanno parte di un’unica catena, se si taglia un anello il sistema si interrompere. Da un anno ci fanno promesse che non vengono mantenute i cui costi cadono sulle nostre spalle, ci permettono di riprendere l’attività e poco dopo bloccano tutto. Ora basta è il momento di cambiare atteggiamento e soprattutto di ascoltarci”.
Proprio a simboleggiare la catena una rappresentanza dei commercianti, molte le adesioni ma per il rispetto delle normative anticovid la partecipazione è limitata, formerà una catena umana unita dal tricolore, immobile e silenziosa che, si snoderà da piazza del Comune a via Cairoli davanti alla Prefettura. Il flash mob si concluderà con la consegna al prefetto Cogode di un documento in cui sono racchiuse le tre proposte da consegnare al Governo.
“Chiediamo innanzittutto – spiega Mauro Lassi presidente Confesercenti Prato– la riapertura immediata di tutte le attività, alcune sono chiuse da quasi un anno, l’azzeramento delle imposte del 2021, visto che le bollette anche se non lavoriamo continuano ad arrivare e ristori urgenti e proporzionati alle perdite subite. Il credito d’imposta non è certo una soluzione visto che non fatturiamo. Qui si rischia una pandemia economica, molte imprese non potranno riaprire terminata l'emergenza”.
Se la voce dei commercianti non verrà ascoltata dal governo, le due associazioni sono disposte a proseguire con altre forme di protesta.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  25.02.2021 h 17:03

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.