04.07.2022 h 13:51 commenti

Rapina con sequestro di persona , tre banditi condannati a 6 anni di carcere

Vittime due massaggiatrici costrette, sotto la minaccia di una mannaia, a consegnare soldi e telefonini. Le due vennero legate con nastro adesivo e filo elettrico e picchiate. Una di loro trovò il coraggio di raccontare tutto ai carabinieri
Rapina con sequestro di persona , tre banditi condannati a 6 anni di carcere
il nastro adesivo usato dai banditi
Sequestrarono e rapinarono due massaggiatrici, loro connazionali, mettendo insieme un bottino di 3.500 euro in contanti, 2.780 euro su carte a scalare, 17mila yuan su un conto corrente e telefoni cellulari. Tre cinesi di 24, 31 e 48 anni sono stati condannati a 6 anni di reclusione ciascuno. La sentenza, al termine del rito abbreviato celebrato davanti al giudice delle udienze preliminari del tribunale di Prato, è stata pronunciata nel fine settimana. Il colpo, messo a segno in un appartamento in via da Filicaia dove le due donne, 47 e 49 anni, abitavano e lavoravano come massaggiatrici, risale al 22 luglio dello scorso anno. Gli imputati immobilizzarono le loro connazionali, le legarono con nastro adesivo e filo elettrico e, minacciandole con una mannaia, le costrinsero a consegnare i soldi e i telefonini e a trasferire le somme depositate su carte e conti. Le vittime furono anche colpite ripetutamente per convincerle a non denunciare.
Le due donne riuscirono a liberarsi da sole e a dare l'allarme; entrambe furono portate in ospedale dove, durante il ricovero, una delle due decise di raccontare tutto ai carabinieri. Le indagini portarono i militari sulle tracce dei tre cinesi che furono arrestati.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  04.07.2022 h 13:51

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.