11.01.2021 h 13:26 commenti

Quattro consiglieri d'opposizione chiedono le dimissioni di Sciumbata da presidente della commissione 5

Una richiesta legata a quanto successo venerdì quando l'uscita anticipata di Curcio e Ovattoni (Lega) dalla seduta dedicata alle vaccinazioni, ha fatto venire meno il numero legale. I quattro accusano Sciumbata di aver proseguito con i lavori anziché sospendere tutto
Quattro consiglieri d'opposizione chiedono le dimissioni di Sciumbata da presidente della commissione 5
Tre gruppi d'opposizione in Consiglio comunale a Prato chiedono le dimissioni di Rosanna Sciumbata della lista Biffoni da presidente della Commissione 5. Si tratta di Lega, Garnier per Prato e lista Spada. Il motivo è da ricercare nella convulsa seduta di venerdì 8 gennaio dedicata alle vaccinazioni, quando l'uscita anticipata dei consiglieri del Carroccio, Marco Curcio e Patrizia Ovattoni, ha fatto venire meno il numero legale (leggi). Ebbene, oggi, insieme a Marilena Garnier e a Daniele Spada che però non siedono in quella commissione, quei consiglieri contestano alla presidente Sciumbata di non aver interrotto immediatamente i lavori come avrebbe dovuto fare.
"E' una grave violazione del regolamento. - denunciano Curcio, Ovattoni Garnier e Spada. -Abbiamo segnalato al presidente Alberti ed abbiamo informato anche il prefetto. Venuto meno il numero legale, la seduta deve essere sospesa, mentre la signora Sciumbata ha proseguito dichiarando pubblicamente che poteva proseguire. Chi viola il regolamento una volta, può essere disposto a violarlo anche successivamente. La signora Sciumbata, quindi, deve dimettersi da presidente della commissione, perchè ha violato il regolamento per sua pubblica ammissione".
Quanto all'accusa di aver preso il gettone per una presenza non completa in commissione rivolta alla Lega dalla presidente Sciumbata, i quattro consiglieri rispondono così: "Non rilevano ai fini del numero legale i motivi delle assenze. Conta solo il fatto che quando non sono presenti 5 consiglieri, la seduta va sospesa. Se viene consentito di violare il Regolamento una volta, si stabilisce un grave precedente. Se non vengono rispettate le regole, si finisce in anarchia. Per questo a nostro avviso la signora Sciumbata deve dimettersi ed essere sostituita, non potendo garantire equilibrio e rispetto".
(e.b.)
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  11.01.2021 h 13:26

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.