17.01.2022 h 12:18 commenti

Provoca incidente guidando auto con targa bulgara radiata: maximulta e sequestro del mezzo

Nei guai un 66enne che a fine ottobre aveva "bucato" uno stop facendo cadere un motociclista. La polizia municipale, insospettita dai documenti del mezzo, ha fatto gli accertamenti scoprendo la verità
Provoca incidente guidando auto con targa bulgara radiata: maximulta e sequestro del mezzo
Era rimasto coinvolto in un incidente stradale a fine del mese di ottobre dello scorso anno, provocando la caduta di un motociclista in via Sem Benelli mentre si trovava alla guida di un'auto con targa bulgara, intestata ad una ditta di noleggio con sede all’estero. Il conducente, un uomo italiano di 66 anni residente a Prato, aveva mostrato agli agenti i documenti bulgari che, apparentemente, sembravano essere in regola e, dal momento che non aveva rispettato la segnaletica di stop, si era visto multare “solo” per l’incidente stradale.
Ma è stato grazie ad una analisi di dati incrociati tra la polizia municipale e l’Uci, l’agenzia italiana che si occupa dei risarcimenti danni derivanti da incidenti stradali che vedono coinvolti veicoli immatricolati all’estero, che è emersa un’incongruenza sui dati della carta verde del veicolo bulgaro. Dai riscontri degli archivi del Bureau della Bulgaria, a distanza di oltre due mesi è emerso che il veicolo, che era stato già immatricolato in Italia e radiato nel’anno 2018 dallo stesso conducente identificato sull’incidente, era stato radiato a febbraio 2021 anche dalle autorità della motorizzazione bulgara e che pertanto il mezzo continuava a circolare sul territorio pratese privo di ogni legittima immatricolazione.
Alla luce delle novità emerse, gli agenti dell’Ufficio Sinistri della Municipale hanno rintracciato il veicolo che si trovava ancora presso un’autofficina di Prato per le riparazioni e l’hanno sequestrato. L'uomo è stato sanzionato per un importo di oltre 2.500 euro per guida di veicolo radiato e per guida senza assicurazione obbligatoria.
Ulteriori accertamenti sono in corso per risalire all’identità dei titolari della società di noleggio con sede in Bulgaria, per le eventuali ulteriori contestazioni relative all’intestazione fittizia del veicolo.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  17.01.2022 h 12:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.