06.12.2017 h 15:02 commenti

Protezione civile, il nuovo piano per Poggio a Caiano presentato in assemblea

L'appuntamento è questa sera al circolo Arci Becagli con la tappa del percorso partecipativo “Salvaguardia il tuo territorio”
Protezione civile, il nuovo piano per Poggio a Caiano presentato in assemblea
“Salvaguardia il tuo territorio”, è il titolo del percorso partecipativo intrapreso dal Comune di Poggio a Caiano, con l’intento di coinvolgere la popolazione nel nuovo piano di Protezione civile. Il prossimo appuntamento è l’assemblea pubblica di questa sera, mercoledì 6 dicembre, ore 21,15, al circolo Arci Becagli: "C’è un po’ di rammarico – dice il sindaco Marco Martini – per l’esito degli altri incontri. Mi auguro che stasera i cittadini siano molto più presenti. E’ importante conoscere cosa fare e dove riunirsi in caso di emergenze".
Anche perché a Poggio a Caiano parlare di protezione civile è questione che tocca nel vivo la vita della comunità. Appena un mese fa, il Comune ricordava la disastrosa alluvione del 30 ottobre 1992, con l’Ombrone che mise in ginocchio il paese. 
"La prevenzione è decisiva – continua il sindaco – per ridurre il rischio, nel caso di Poggio a Caiano il rischio idraulico, che è il pericolo maggiore. Tante opere sono state fatte e presto inaugureremo la nuova vasca di espansione del Ponte Attigliano. Il rischio zero però non esiste, e quindi bisogna sapere quali accorgimenti adottare, accorgimenti che possono fare la differenza per la sicurezza delle persone. Ecco perché occorre essere informati e partecipare anche all’assemblea di mercoledì 6 dicembre, al circolo Becagli".
Il nuovo piano oltre a dare conto del sistema di allerta della Regione Toscana, e oltre a dare informazioni utili sui comportamenti da tenere, indica anche i luoghi in cui la popolazione dovrebbe eventualmente radunarsi: le aree di ricovero al coperto se si rendesse necessaria un’evacuazione (palasport, circolo Mcl Ambra e Anspi, l’istituto Minime suore del Sacro Cuore, la chiesa di S. Maria Assunta), le zone per l’allestimento di una tendopoli (campo sportivo, giardini via Aiaccia, piazza di Bonistallo), le aree di attesa per un terremoto (piazza SS.mo Rosario, piazzale palasport, piazzola e area verde via dell’Erta, giardini via Aiaccia, piazza S. Cristina in Pilli), le zone per i mezzi di soccorso (piazzale palasport, piazzale via Palagina, piazza S. Cristina in Pilli, piazza di Bonistallo), la sede del coordinamento dei soccorsi (palazzo comunale).
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  06.12.2017 h 15:02

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.